Search results for 'E. L. Berry' (try it on Scholar)

998 found
Order:
  1.  4
    D. H. Berry (2015). A Commentary on the Pro Murena. E. Fantham Cicero's Pro L. Murena Oratio. Pp. VIII + 224, Map. New York: Oxford University Press, for the American Philological Association, 2013. Paper, £16.99, Us$24.95 . Isbn: 978-0-19-997453-5. [REVIEW] The Classical Review 65 (1):118-120.
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  2. G. E. G. E. (1956). Kant e l'illuminismo. [REVIEW] Giornale Critico Della Filosofia Italiana 10:447.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  3.  12
    G. E. L. Owen, Malcolm Schofield & Martha Craven Nussbaum (eds.) (1982). Language and Logos: Studies in Ancient Greek Pgilosophy Presented to G.E.L. Owen. Cambridge University Press.
    The essays in this volume were written to celebrate the sixtieth birthday of G. E. L. Owen, who by his essays and seminars on ancient Greek philosophy has made a contribution to its study that is second to none. The authors, from both sides of the Atlantic, include not only scholars whose main research interests lie in Greek philosophy, but others best known for their work in general philosophy. All are pupils or younger colleagues of Professor Owen who are indebted (...)
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  4. John Williams (1996). Fiction as False Document the Reception of E.L. Doctorow in the Postmodern Age.
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  5. Roberto Lambertini (1991). Il filosofo, il principe, e la virtù, note sulla recezione e l'uso dell'Etica Nicomachea nel De regimine principum di Egidio Romano. Documenti E Studi Sulla Tradizione Filosofica Medievale 2 (1):239-279.
    Nella prima parte l'A. individua la presenza dell'Etica Nicomachea nel De regimine principum di Egidio. Nella seconda parte esamina le possibili mediazioni nella ricezione egidiana dell'Etica. Nella terza parte offre alcuni esempi dell'influenza dottrinale dell'Aquinate nella classificazione delle virtù, nella loro connessione e nel rapporto tra magnanimità e umiltà. Nell'ultima sezione esamina il modo in cui Egidio, pur avendo presenti le proposte dell'Aquinate, segua una linea di pensiero originale, in particolare nel modo in cui inserisce nel suo specchio della virtù (...)
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  6.  4
    Massimo Carboni (2015). La filosofia e l'arte di vivere. Nóema 6.
    L’articolo è l’estratto di un più ampio lavoro ancora in corso. Come Michel Foucault e Pierre Hadot, ognuno dalla propria postazione storico-teorica, ci hanno ricordato, la filosofia antica, ed in particolare quella ellenistica con i cinici e gli stoici, non era solo un discorso ma una concreta pratica di vita, un comportamento esistenziale proposto come modello per tutti coloro che intendevano raggiungere l’arete. Il testimone di questa “arte della vita” −è la tesi di fondo di questo contributo− non è stato (...)
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  7.  2
    Vicenzo Pace (2015). L’islam tra il turbante e l’elmetto. Horizonte 13 (38):669-673.
    Editoriale: L’islam tra il turbante e l’elmetto Dossier: Islam: Religione e Cultura v. 13, n. 38, apr./giung. 2015.
    Translate
      Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  8.  3
    Ole Jensen (2009). Hvorfor kradser klimakrisen ikke mere, end den gør? – K. E. Løgstrups opgør med nominalismen og kantianismen. Slagmark - Tidsskrift for Idéhistorie 56 (56).
    Hvorfor kradser klimakrisen ikke mere, end den gør? – K. E. Løgstrups opgør med nominalismen og kantianismen.
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  9.  2
    Patrizia Battilani (2014). L’impresa e l’interesse della società: imprese cooperative e convenzionali a confronto fra Ottocento e Novecento. Scienza and Politica. Per Una Storia Delle Dottrine 26 (50).
    Il saggio indaga il rapporto fra impresa e società fra ottocento e novecento così come si esprime nelle società per azioni e nelle imprese cooperative. Nella seconda metà dell’Ottocento i codici di commercio europei introducono la deregolamentazione delle public company e codificano per la prima volta l’impresa cooperativa. Entrambe le novità rappresentano una riposta ai problemi centrali di quella fase dello sviluppo industriale: il finanziamento delle iniziative economiche, la questione sociale e la governance dell’impresa. Si delineano così due forme di (...)
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  10.  3
    Elena Cartotto (2008). La figura di Maria Maddalena nella tradizione agostiniana del XII secolo e l'allegoria nuziale in Bernardo di Clairvaux Un'ipotesi di interpretazione alla luce di categorie di ordine psicoanalitico. Doctor Virtualis 1:125-146.
    Nella tradizione agostiniana del XII secolo compaiono temi e linguaggi che suggeriscono la presenza, accanto al discorso teologico, di un discorso dell'uomo sull'uomo. Si analizza la figura di Maria Maddalena in alcuni autori del XII secolo e l'allegoria nuziale nei Sermones super Cantica di Bernardo di Clairvaux. La lettura viene condotta sulla base di categorie concettuali di carattere psicoanalitico, in quanto tali categorie trovano la propria origine, prima ancora che nel pensiero, nella più concreta e profonda esperienza umana. Ed è (...)
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  11.  2
    Carmine Di Martino (2010). L'incontro e l'emergenza dell'umano (The meeting and the emergence of human) - DOI: 10.5752/P.2175-5841.2010v8n16p62. Horizonte 8 (16):62-79.
    Il multiculturalismo è un modello culturale e politico-istituzionale per la gestione della diversità in una società multietnica, la cui base teorica viene dal relativismo culturale. Come nessuna cultura può pretendere una validità universale, il processo di storicizzazione della razionalità occidentale segna la fine della pretesa metafisica di dire la verità dell’uomo e del mondo, nononstante si crede che il fare della scienza è l’accadere della verità. Nel gestire la diversità e nell’assicurare la tolleranza risiede la «necessità» del multiculturalismo. Sua debolezza (...)
    Translate
      Direct download (5 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  12. Malcolm Schofield, Martha Craven Nussbaum & G. E. L. Owen (1982). Language and Logos Studies in Ancient Greek Philosophy Presented to G.E.L. Owen /Edited by Malcolm Schofield and Martha Craven Nussbaum. --. --. [REVIEW] Cambridge University Press,1982.
    No categories
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  13.  3
    Valeria Gualdi (2014). Ideologia come funzione. Lukács e l'Ontologia dell'essere sociale. Scienza and Politica. Per Una Storia Delle Dottrine 26 (51).
    A partire dagli anni '60, György Lukács intraprende una ricerca volta a recuperare e sviluppare l'ontologia sociale racchiusa negli scritti di Marx nel tentativo di rinnovare la riflessione marxista dopo l'effetto inibitorio provocato dallo Stalinismo. Lo scopo di questo articolo è di indagare la concezione lukácsiana dell'ideologia come funzione sociale, mettendola in relazione con il regime di complessità descritto da Lukács nella sua ultima opera, Ontologia dell'essere sociale. Recuperando il riferimento goethiano implicito nell'idea di lavoro come “fenomeno originario” dell'azione sociale, (...)
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  14.  3
    Susanna Fresko (2008). Borges, Dante E l'Ambiguo Tempo Dell'arte. Doctor Virtualis 2:33-44.
    È frequente in Borges il riferimento a Dante come a uno degli scrittori fondamentali per la creazione della propria poetica. I suoi Saggi danteschi e, in particolare, Il falso problema di Ugolino, consentono di rintracciare alcuni degli aspetti più pregnanti del legame che Borges stabilisce tra sé e lo scrittore toscano e di fare luce su alcuni dei principi chiave che guidano la poetica borgesiana. In particolare, l’episodio di Ugolino e, più precisamente, il verso , in cui Dante trasmette l’eterna (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  15.  2
    Massimo Parodi & Giulia Serio (2008). Martinetti, Agostino e l'Abbé Coignard. Doctor Virtualis 4:137-160.
    L'apertura alla dimensione religiosa nel "Kant" di Martinetti e il percorso teorico di Dal Pra fra trascendenza e immanenza. Un ipotetico punto di incontro sul terreno della prassi e della scelta etica.
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  16.  2
    Marco Piazza (2005). Maine de Biran e l'illuminismo scozzese. Rivista di Storia Della Filosofia 1.
    In questo saggio l'Autore studia l'influenza che i pensatori scozzesi, da Hume a Smith, da Dugald Stewart a Reid, hanno esercitato sulla riflessione di Maine de Biran , figura chiave nella transizione dal sensismo condillachiano e dal fisiologismo idéologique verso l'eclettismo e lo spiritualismo francesi del Secondo Ottocento. Tale influenza, ben più corposa di quanto non sia finora parso agli studiosi del filosofo di Bergerac, agisce su Biran in specie sulle prime fasi del suo pensiero attraverso la mediazione, qui ampiamente (...)
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  17.  11
    L. P. E. Parker (1965). A Metrical Problem Luigi Enrico Rossi: Metrica E Critica Stilistica. Il Termine 'Ciclico' E l'Γωγ Ritmica. Pp. Xi + 111. Rome: Edizioni dell'Ateneo, 1963. Cloth, L. 1,500. [REVIEW] The Classical Review 15 (03):317-319.
    No categories
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  18.  2
    Sabina Baccaro (2013). Dante e l'Islam. La ripresa del dibattito storiografico sugli studi di Asin Palacios. Doctor Virtualis 12.
    Nel 1919 l’arabista spagnolo Don Miguel Asín Palacios dichiara in un’opera dirompente di aver rintracciato i modelli cui Dante si sarebbe realmente ispirato per l’elaborazione della sua Commedia in una serie di scritti arabo-islamici che narrano esperienze di viaggio nei regni dell’Oltretomba.All’indomani della pubblicazione del rivoluzionario saggio La Escatologia musulmana en la Divina Comedia, diversi studiosi hanno contribuito ad alimentare un fervente dibattito i cui risvolti non cessano di sorprendere ancora oggi. Si procederà, pertanto, a delineare il quadro generale della (...)
    No categories
    Translate
      Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  19.  3
    Saverio Di Liso (2005). Alcune trattazioni tardo-medievali sull'univocità e l'analogia dell'ente. Rivista di Storia Della Filosofia 2.
    La ricognizione delle teorie medievali dell’analogia e dell’univocità consente di rilevare l’ineludibile valenza logico-linguistica che le caratterizza fin dagli esordi. Le teorie dell’analogia riguardano innanzitutto una teorizzazione dei rapporti di denominazione, specialmente del termine ‘ens’ e degli altri nomi divini. Solo quando la discussione filosofica, a partire dal XIV secolo, si arricchisce della distinzione tra concetto formale e concetto oggettivo, esse subiscono una revisione e una sistematizzazione nel senso di una prospettiva più marcatamente teologico-ontologica. Il confronto serrato delle tesi tomiste (...)
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  20.  1
    Marialuisa Lussu (2000). Hobbes, Locke e l'intolleranza verso l'ateo. Rivista di Storia Della Filosofia 4.
    Lo studio nasce da due constatazioni tra loro contrastanti: la prima è che Hobbes e Locke sono considerati tra i maggiori teorici della società e dello stato laici; la seconda è che nei loro scritti è presente una decisa riserva sull’affidabilità sociale dell’ateo. Solo nel caso in cui la prima constatazione potesse essere incrinata, le posizioni di Hobbes e di Locke in tema di affidabilità sociale degli atei, ovviamente, sarebbero inscrivibili all’interno della loro filosofia politica. Ma dato che la prima (...)
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  21.  2
    Giovanni Bonacina (2005). Hegel, il barone d'Eckstein e l'ala erudita della Congrégation. Rivista di Storia Della Filosofia 3.
    Scrittore tedesco con residenza ufficiale in Francia durante la Restaurazione , rappresentante degli interessi feudali e clericali , il controverso barone d’Eckstein si trova menzionato in Hegel come colui che attraverso la rivista Le Catholique avrebbe indirizzato il sostegno governativo verso «l’ala erudita della Congrégation», alla ricerca di prove dell’originalità del cattolicesimo nelle più antiche tradizioni asiatiche . La polemica del Catholique contro Benjamin Constant e il razionalismo filosofico, il ruolo di Eckstein nello scandalo della Congrégation , la sua partecipazione (...)
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  22.  2
    Jean-françois Goubet (2004). Il giovane Fichte e l'idea di filosofia pratica universale. Rivista di Storia Della Filosofia 2.
    È mettendo in primo piano l’idea di filosofia pratica universale, già presente nella filosofia dell’Aufklärung, che Fichte è riuscito a dare un nuovo volto alla speculazione trascendentale postkantiana. Il saggio tenta innanzitutto di ricostruire la filosofia pratica abbozzata negli anni 1793-1794. Viene proposto un breve confronto con Wolf. In seguito, lo studio rivolge la sua attenzione ad uno dei contributi della filosofia pratica universale fichtiana: aver trattato il sentimento come nozione pratica fondamentale, presente nella conoscenza e nell’azione. Infine, si tratta (...)
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  23. A. M. Dale & L. E. Rossi (1965). Metrica E Critica Stilistica: Il Termine 'Ciclico' E l' Agwgh Ritmica. Journal of Hellenic Studies 85:188.
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  24. Gianluca Pittalis (forthcoming). L'eticizzazione dell'ecologia E l'ecologizzazione dell'etica nella filosofia morale di Aldo Leopold. Annali Della Facoltà di Lettere E Filosofia.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  25. Graziella Fornengo & Elisabetta Ottoz (forthcoming). La riforma del trasporto pubblico locale: effetti sulla struttura e l'efficienza delle imprese pubbliche e private nel caso del Piemonte. Hermes.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  26. Susanna Sitzia (forthcoming). Nietzsche E l'orfismo nella poetica di Dino Campana. Annali Della Facoltà di Lettere E Filosofia.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  27.  17
    Carlo Penco (2006). Etica E Giustificazione: Wittgenstein E l'Influenza di Moore. In R. M. Carcaterra (ed.), Le ragioni del conoscere e dell'agire. Scritti in onore di Rosaria Egidi,.
    Nel febbraio 1912 Wittgenstein venne ammesso al Trinity College con Russell come supervisor, e iniziò a seguire le lezioni di Moore. E’ probabile che leggesse il libretto di Moore, Ethics, pubblicato al suo arrivo a Cambridge, o che ritrovasse nelle lezioni di Moore alcune delle suggestioni presenti nel libro. Ma dopo il Tractatus Wittgenstein dedicò poco spazio alle riflessioni sull’etica e quel poco in un periodo ristretto di tempo, agli inizi degli anni ‘30, dalla Conferenza sull’etica2 alle lezioni del ’32-33. (...)
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  28. Mariaflavia Cascelli (2016). Dilemma della prima persona e fenomenologia dell’azione: quanto è minimale l’autocoscienza? Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia 7 (1):61-74.
    Riassunto : Negli ultimi anni sempre maggiore attenzione viene data alla possibilità che una forma minima, pre-riflessiva di auto-coscienza preceda l’auto-coscienza introspettiva. Diversi sono stati i tentativi fatti per sostenere che questa forma “sottile” di auto-coscienza sia un prerequisito necessario della coscienza. Dopo una breve considerazione dei problemi semantici ed epistemologici relativi all’uso del pronome di prima persona, questo articolo si concentrerà sulla letteratura che analizza le eccezioni al principio di immunità dall’errore per misidentificazione dalla prospettiva della fenomenologia dell’agentività. Il (...)
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  29. Ac Yazbek (2005). A ressonância ética da negação em Sartre (considerações sobre liberdade, angústia e valores em L'être et le néant). Cadernos de Ética E Filosofia Política 7 (2):141-164.
    Resumo: A partir da caracterização sumária das figuras da liberdade, da angústia e da responsabilidade, expostas em L'être et le néant de Jean-Paul Sartre, o artigo pretende lançar luzes sobre a afirmação da falta de fundamento dos valores adotados em nossa moralidade cotidiana - o que implica em explicitar uma certa ressonância ética da negação na filosofia sartreana, bem como a conseqüente tentação do humano à falsificação existencial, que se manifesta em sua tentativa de elidir a angústia proveniente da liberdade (...)
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  30.  55
    Carlo Penco (1999). Ragione E Pratica Sociale: L'inferenzialismo di Robert Brandom. Rivista di Filosofia (3):467-486.
    Insieme a John McDowell, Robert Brandom è uno dei filosofi emergenti della reazione al naturalismo filosofico; seguace Wilfrid Sellars, è l'autore americano che più si avvicina al dialogo con la filosofia continentale e propone una rivalutazione di Kant e Hegel nella filosofia analitica. Già allievo di Richard Rorty, Brandom è diventuo famoso con la pubblicazione di Making it Explicit. Questo ponderoso volume di 900 pagine non ha avuto però ancora una sufficiente attenzione nel dibattito filosofico italiano (a parte alcuni inteventi (...)
    Direct download (5 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  31.  4
    Orazio Irrera (2013). Parrēsia Ed Exemplum. La Parrēsia E I Regimi Aleturgici Dell'exemplum a Partire da L'ermeneutica Del Soggetto di Michel Foucault. Nóema 4 (4-1):11-31.
    Questo articolo cerca di esplorare il rapporto tra parrēsia ed exemplum negli ultimi Corsi al Collège de France di Michel Foucault. A partire da L’ermeneutica del soggetto , viene analizzato il campo semantico e pratico relativo alla direzione di coscienza stoica ed epicurea, in cui Foucault oppone la parrēsia all’adulazione e alla retorica per collocarla invece all’interno di un’importante serie di concetti: la paradosis (la trasmissione dei discorsi di verità), il kairos (il momento giusto, la circostanza opportuna) e l’exemplum definito (...)
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  32.  6
    Micol Long (2012). L'autografia d'autore Cambiamenti nella realizzazione e nella concezione del libro dal XII secolo all'invenzione della stampa. Doctor Virtualis 11 (11):97-119.
    Si ritiene a volte che l'invenzione della stampa abbia innescato il cambiamento nel modo di concepire l'oggetto libro, segnando il passaggio dall'idea medievale a quella moderna. Occorre però tenere presente che esiste un'importante evoluzione interna al medioevo e che l'invenzione della stampa, per quanto fondamentale, è da inserire all'interno di questo processo più ampio, che a partire dal XII secolo circa trasforma l'uso e la funzione stessa della scrittura, rivoluziona il modo di leggere e di conseguenza il libro stesso, sia (...)
    No categories
    Translate
      Direct download (5 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  33.  1
    Marcello La Matina (2011). L'inscrutabile voce della triade. I tintinnabuli di Arvo Pärt tra filosofia e liturgia. Doctor Virtualis 10:263-285.
    Può il brusio di una voce essere anche il luogo di una lingua? E vale questa topica anche nel caso in cui la voce sia quella di uno strumento musicale? Queste domande sono alla base della indagine sulla tecnica compositiva della tintinnabulatio, inventata e sperimentata dal musicista estone Arvo Pärt . I tintinnabuli consistono di due elementi apparentemente contraddittori: la sonorità pastosa dello zvod e l’armonia della triade perfetta. Muovendo da un disco ricevuto in dono e dalla interpretazione in parte (...)
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  34. E. L. White (1938). Henry, N. E. And B. L. Ullman, New Second Latin Book. Classical World: A Quarterly Journal on Antiquity 31:66-67.
    No categories
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  35. Danilo Zolo (2005). L’uso Della Forza Per Ragioni Umanitarie. Aspetti Giuridici, Politici E Filosofici[the Use Of International Force For Humanitarian Reason. Political, Legal And Philosophical Aspects]. la Società Degli Individui 24:117-130.
    L’autore si occupa di aspetti distinti del recente fenomeno dell’uso della forza internazionale mo¬tivato dall’impellente esigenza di tutelare i diritti dell’uomo. Nel primo paragrafo tratta i pre¬supposti storico-politici del fenomeno, riferendosi in particolare alla stra¬tegia del new world order, elaborata dagli Stati Uniti nei primi anni novanta del Novecento. Nel secondo paragrafo af¬fronta gli aspetti giuridici dell’uso della forza internazionale per ragioni umanitarie, esa¬mi¬nando sia il caso in cui tale uso sia stato autorizzato del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Uni¬te, (...)
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  36.  98
    Achille C. Varzi (2007). La natura e l'identità degli oggetti materiali. In Annalisa Coliva (ed.), Filosofia analitica. Temi e problemi. Carocci Editore 17–56.
    A critical survey of the main metaphysical theories concerning the nature of material objects (substratum theories, bundle theories, substance theories, stuff theories) and their identity conditions, both synchronic (monist vs. pluralist theories) and diachronic (three-dimensionalism, four-dimensionalism, sequentialism).
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  37.  11
    Tiziana Suarez-Nani (2005). Un nuovo contributo al problema dell'individuazione: Francesco d Marchia e l'individualità delle sostanze separate. Documenti E Studi Sulla Tradizione Filosofica Medievale 16:405-459.
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  38.  10
    Luisa Giacobbe (2012). Gli artisti di Supports/Surfaces e l'esperienza del limite. Dalla decostruzione del quadro alla dialettica dello spazio. Aisthesis. Pratiche, Linguaggi E Saperi Dell’Estetico 5 (2).
    At the end of the 1960s “Supports/Surfaces” artists start deconstructing paintings to jeopardize their representational qualities. Claude Viallat and Daniel Dezeuze, for example, process canvases and frames to highlight their phisical aspect as opposed to the illusionistic realm or representation. This way polarities such as form/space and illusionistic space/real space start having a new, dialectic relationship.
    No categories
    Translate
      Direct download (4 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  39.  8
    C. E. W. Steel (1998). E. Narducci: Cicerone e l’eloquenza romana: Retorica e progetto culturale. Pp. viii + 186. Rome and Bari: Laterza, 1997. Paper, L. 37,000. ISBN: 88-420-5124-1. [REVIEW] The Classical Review 48 (2):499-500.
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  40.  28
    M. L. West (1995). A. Masaracchia (ed.): Orfeo e l'Orfismo. Atti del Seminario Nazionale (Roma–Perugia 1985–1991). (Quaderni Urbinati di Cultura Classical Atti e Convegni, 4.) Pp. 652; 22 plates, 2 maps. Rome: Gruppo Editoriale Internazionale, 1993. Paper. [REVIEW] The Classical Review 45 (02):468-469.
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  41.  4
    Andrea Mecacci (2009). La morte dell'arte e l'ascesa della merce design. Una narrazione contemporanea. Aisthesis. Pratiche, Linguaggi E Saperi Dell’Estetico 2 (2).
    No categories
    Translate
      Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  42.  4
    Barbara Scapolo (2009). Approfondire «il difficile del linguaggio». Paul Valéry e l'analisi del rapporto tra parola, sensibilità ed emozioni. Aisthesis. Pratiche, Linguaggi E Saperi Dell’Estetico 2 (1).
    No categories
    Translate
      Direct download (4 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  43.  9
    Guillermo E. Rosado Haddock (2010). La relevancia de Carnap: Estudio critico Del libro el programa de Carnap. Ramón Cirera, Andoni Ibarra Y Thomas Mormann, (eds.). C.e.L.c.: Barcelona, 1996, 324pp. [REVIEW] Principia 10 (2):209-235.
    Translate
      Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  44.  3
    Roberto Giacomelli (2008). Del tradurre ovvero il tormento e l'estasi. Doctor Virtualis 7:5-46.
    Una lungo viaggio fra esteti, scrittori e poeti, dotti riformatori, critici letterari, linguisti, traduttologi up to date.
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  45.  4
    Giovanni Ricci (2014). I Superstiti di Otranto E l'Ombra Dell 'Islam'. Franciscan Studies 71 (1):183-196.
    Nel 1516 Leone X sfuggì di misura a un’incursione di pirati musulmani mentre cacciava sul litorale romano.1 Presumibilmente gli incursori non si accorsero di quanto preziosa fosse la preda che avevano mancato. E noi non riusciamo neppure a immaginare le conseguenze di una simile cattura: ci vorrebbe un intero libro di storia controfattuale. Il rischio inaudito corso dal papa confermava la vulnerabilità dell’Europa cristiana, e addirittura del suo centro, Roma, che la frattura religiosa del Mediterraneo aveva trasformato in un avamposto (...)
    Direct download (5 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  46.  19
    Jesse Hughes & Lambèr M. M. Royakkers (2008). Don't Ever Do That! Long-Term Duties in Pd E L. Studia Logica 89 (1):59 - 79.
    This paper studies long-term norms concerning actions. In Meyer's Propositional Deontic Logic (PDₑL), only immediate duties can be expressed, however, often one has duties of longer durations such as: "Never do that", or "Do this someday". In this paper, we will investigate how to amend (PDₑL) so that such long-term duties can be expressed. This leads to the interesting and suprising consequence that the long-term prohibition and obligation are not interdefinable in our semantics, while there is a duality between these (...)
    Direct download (5 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  47.  5
    E. Harrison (1933). Latin Words of Common English. By E. L. Johnson, Associate Professor of Latin and Greek, Vanderbilt University. Pp. Viii + 327. London, Etc.: Harrap (New York, Etc.: D. C. Heath), 1931. Cloth, 6s. ($2).The Greek Element in English Words. By J. C. Smock, Ph.D., LL.D. Pp. Xiv + 356. New York: The Macmillan Co. (London: Macmillan), 1931. Cloth, 63s. Net. [REVIEW] The Classical Review 47 (02):89-.
    No categories
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  48.  5
    Øjvind Larsen (2014). The Ethical Demand in Societal Perspective Zygmunt Bauman's Sociological Interpretation of the Danish Philosopher K. E. Løgstrup's Moral Philosophy. Philosophy and Social Criticism 40 (6):523-534.
    Zygmunt Bauman’s entire body of work has been dedicated to exploring sociological issues. However, problems of moral philosophy have come to play an increasingly crucial role for his understanding of social life in later works. In particular, the Danish philosopher Knud Ejler Løgstrup’s moral philosophy has shaped Bauman’s thinking. Løgstrup argued that there is an unconditional imperative in the ethical demand to take care of the Other, and this imperative cannot be superseded, rationalized, calculated, or strategically managed. Bauman is right (...)
    Direct download (4 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  49.  13
    Douglas E. Gerber (2002). S. Mazzoldi: Cassandra, la vergine e l'indovina. Identità di un personaggio da Omero all'Ellenismo . Pp. 334, pls. Pisa: Istituti editoriali e poligrafici internazionali, 2001. Paper. ISBN: 88-8147-244-. [REVIEW] The Classical Review 52 (02):366-.
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  50.  11
    Ursula E. Ewins (1958). Jacopo Zennari: I Vercelli dei Celti nella Valle Padana e l'invasione Cimbrica della Venezia. (Annali della Biblioteca Governativa e Libreria Civica di Cremona, vol. iv, fasc. 3.) Pp. 78; 2 plates, 2 maps. Cremona: Athenaeum Cremonense, 1956. Paper. [REVIEW] The Classical Review 8 (02):192-.
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
1 — 50 / 998