Search results for 'Franccsca Di Poppa' (try it on Scholar)

1000+ found
Order:
  1. Francesca di Poppa (2011). Seeking Nature's Logic: Natural Philosophy in the Scottish Environment (Review). Journal of the History of Philosophy 49 (4):501.
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  2. Leonardo Carlo di (2008). Karl-Heinz Ilting e le "filosofie del diritto" di Hegel. Rivista Internazionale di Filosofia Del Diritto 85 (1):121-141.
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  3. K. Marx E. Il Principio di & Non Contraddizione (1986). A Proposito di Un Libro Recente. Rivista di Storia Della Filosofia 41:91.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  4. Cronaca Del Convegno Internazionale di (1989). di Andrea Napoli. Rivista di Storia Della Filosofia 44:163.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  5.  42
    Peter Machamer & Franccsca Di Poppa (2001). Rational Reconstructions Revised. Theoria 16 (3):461-480.
    Imre Lakatos’ idea that history of science without philosophy of science is blind may still be given a plausible interpretation today, even though his theory of the methodology of scientific research programmes has been rejected. The latter theory captures neither rationality in science nor the sense in which history must be told in a rational fashion. Nonetheless, Lakatos was right in insisting that the discipline of history consists of written rational reconstructions. In this paper, we will examine possible ways to (...)
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  6.  10
    Franccsca di Poppa (2001). Rational Reconstructions Revised. Theoria 16 (3):461-480.
    Imre Lakatos’ idea that history of science without philosophy of science is blind may still be given a plausible interpretation today, even though his theory of the methodology of scientific research programmes has been rejected. The latter theory captures neither rationality in science nor the sense in which history must be told in a rational fashion. Nonetheless, Lakatos was right in insisting that the discipline of history consists of written rational reconstructions. In this paper, we will examine possible ways to (...)
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  7. Francesca di Poppa (2011). Thinking About Causes: From Greek Philosophy to Modern Physics (Review). Journal of the History of Philosophy 49 (2):243-244.
    This book contains sixteen essays, presented at the seventh Pittsburgh-Konstanz Colloquium in 2005. It includes historical topics, ranging from ancient Greek thought to late nineteenth- and early twentieth-century philosophy, and contemporary topics, including causal pluralism, epiphenomenalism, and causality in disciplines as different as physics and economics.The concept of causation has been elaborated in many ways, with many different philosophical functions, including its problematic relations to the concept of explanation. The essays cover a variety subjects, and the results are quite disparate. (...)
    Direct download (4 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  8. Francesca di Poppa (2011). Seeking Nature's Logic: Natural Philosophy in the Scottish Environment. [REVIEW] Journal of the History of Philosophy 49 (4):501-502.
    This book promises to tell “the untold story of the principal historical path from Isaac Newton to Albert Einstein” (xii). It is an ambitious promise. In explaining the influence of Reid’s philosophy on how Scottish scientists addressed phenomena such as light, heat, electricity, etc., Wilson addresses the exquisitely “Scottish” flavor of the contributions of Joseph Black, John Anderson, John Robinson, Dugald Stewart, Joseph Boscovitch, and several others. While the alleged goal is projected toward late nineteenth- and early twentieth-century discoveries, the (...)
    Direct download (4 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  9.  63
    Francesca di Poppa (2010). Spinoza and Process Ontology. Southern Journal of Philosophy 48 (3):272-294.
    In this paper, I put forward some remarks supporting a reading of Spinoza's metaphysics in terms of process ontology, that is, the notion that processes or activities, rather than things, are the most basic entities. I suggest that this reading, while not the only possible one, offers advantages over the traditional substance-properties interpretation. While this claim may sound implausible vis-à-vis Spinoza's language of ‘substance’ and ‘attributes’, I show that process ontology illuminates important features of Spinoza's thought and can facilitate solutions (...)
    Direct download (5 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography   1 citation  
  10.  21
    Francesca di Poppa (2009). Spinoza's Concept of Substance and Attribute: A Reading of the Short Treatise. British Journal for the History of Philosophy 17 (5):921 – 938.
    Direct download (6 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography   1 citation  
  11.  21
    Francesca di Poppa (2013). Spinoza on Causation and Power. Southern Journal of Philosophy 51 (3):297-319.
    The purpose of this paper is to argue that, for Spinoza, causation is a more fundamental relation than conceptual connection, and that, in fact, it explains conceptual connection. I will firstly offer a criticism of Michael Della Rocca's 2008 claims that, for Spinoza, causal relations are identical to relations of conceptual dependence and that existence is identical to conceivability. Secondly, I will argue that, for Spinoza, causation is more fundamental than conceptual dependence, offering textual evidence from both Treatise on the (...)
    Direct download (6 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  12.  14
    Francesca di Poppa (2013). Wittgenstein and Spinoza on the Logic of Immanence. Metascience 22 (2):465-469.
    Direct download (6 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  13.  19
    Francesca di Poppa (2007). Review of Benedict de Spinoza, Jonathan Israel (Ed., Trans.), Michael Silverthorne (Trans.), Theological-Political Treatise. [REVIEW] Notre Dame Philosophical Reviews 2007 (12).
  14.  9
    Francesca di Poppa (2009). Abraham Cohen Herrera. American Catholic Philosophical Quarterly 83 (4):491-507.
    In this paper, I argue that Herrera’s discussion of the emanative process in his Gate of Heaven is a plausible source for Spinoza’s concept of the attributes as developed in Ethics. While Herrera’s influence on the development of Spinoza’s thought has been discussed, I argue that previous interpretations have not captured the nature of this influence. I will first offer an overview of Herrera’s discussion of the relationship between the One and the sefirot. I will then criticize a recent discussion (...)
    Direct download (5 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  15. Francesca di Poppa (2013). Wittgenstein and Spinoza on the Logic of Immanence: Aristides Baltas: Peeling Potatoes or Grinding Lenses: Spinoza and Young Wittgenstein Converse on Immanence and its Logic. Pittsburgh: Pittsburgh University Press, 2012, 312pp, $65 HB (Book Review). [REVIEW] Metascience 22 (2):465-469.
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  16. Emanuela Ceva (2010). Come dovrebbe rispondere una teoria della giustizia ai conflitti di valori? Alcune considerazioni meta-teoriche. Rivista di Filosofia 101 (1):81-97.
    L’oggetto di questo studio è il tipo di contributo che le teorizzazioni filosofiche sulla giustizia possono dare in risposta ai conflitti di valori in politica, perseguendo la risoluzione o la gestione di questi ultimi, e le implicazioni che la scelta di una di queste strade può avere sulla struttura della teoria stessa.
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  17.  6
    David Beronio & Clemente Tafuri (2016). Morte di Zarathustra. Nóema 7.
    Il lavoro artistico spesso nasce accanto ad una riflessione, l’approfondimento e lo studio dei temi che sono posti a fondamento dell’arte che si sta utilizzando diventano essi stessi materia di un lavoro parallelo a quello creativo che si sta conducendo.È quanto accade con Morte di Zarathustra che è il titolo di uno spettacolo della Compagnia Tetro Akropolis ma anche il titolo di un libro che racconta i temi sui quali lo spettacolo è condotto. Tali temi sono i temi dell’origine dell’atto (...)
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  18.  4
    Anna Lazzarini (2015). Transizioni globali nella città. Tra nuove cittadinanze e spazi di democrazia. Scienza and Politica. Per Una Storia Delle Dottrine 27 (53).
    L’articolo riconosce nella città lo spazio privilegiato per comprendere e interpretare l’attuale ristrutturazione materiale e simbolica del mondo. Nel contesto delle trasformazioni che stanno modificando le sue forme, il suo ruolo, le sue geografie nell’età della globalizzazione, la città viene in prima battuta inquadrata all’interno delle transizioni in atto che ne modificano il paesaggio rispetto alla metropoli moderna. Flussi globali, ridefinizione scalare, modello a rete, politiche neoliberali e innovazioni tecnologiche ed economiche compongono uno scenario urbano disordinato. A partire da queste (...)
    No categories
    Translate
      Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  19.  15
    Fausto Iannello (2011). Il processo di cristianizzazione dell'aldilà celtico e delle divinità marine irlandesi nella "Navigatio sancti Brendani". 'Ilu. Revista de Ciencias de Las Religiones 16:127-151.
    Questo contributo considera e analizza specifici elementi pagani celtici nella Navigatio sancti Brendani, soprattutto attraverso la comparazione con il genere epico tradizionale degli immrama e delle echtrai. Il proposito è quello di dimostrare la continuità di alcuni tradizionali concetti religiosi irlandesi sull’escatologia e la visione dell’aldilà in questi testi, particolarmente nell’ambito delle funzioni religiose espresse nelle figure di Brendano, di Barinto e degli dèi irlandesi del mare Manannán e Mongán. Attraverso le osservazioni svolte, si può stabilire che questa continuità funzionale (...)
    Translate
      Direct download (6 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  20.  25
    C. Strong (2009). Reply to Di Nucci: Why the Counterexamples Succeed. Journal of Medical Ethics 35 (5):326-327.
    In my essay, a critique of “the best secular argument against abortion” I reconstructed and criticised two versions of Don Marquis’s well-known argument against abortion. In critiquing the version I call the “essence argument”, I presented counterexamples to one of the premises in that argument. In this issue of the journal, Ezio Di Nucci takes note of the fact that I used the term “valuable future” in the premise but used the term “future like ours” in the counterexamples. Because the (...)
    Direct download (6 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  21.  3
    Caterina Croce (2013). Trama Della Vita E Stili di Esistenza. Nóema 4 (4-1):44-50.
    La nozione di bios è una nozione-chiave della ricerca foucaultiana. Negli studi sul mondo antico, il bios appare come sostanza etica per l’esercizio, il governo e la trasformazione di sé. E’ utile indagare analogie e discontinuità tra la nozione di bios che troviamo negli ultimi corsi al Collège de France e il bios nell’accezione di “forza creatrice” comune e plurale della vita che troviamo nella precedente ricerca foucaultiana. La nozione di “modo di vita” consente di esplorare le ambivalenze che innervano (...)
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  22.  4
    Alessio Sardo (2014). Alexy, Proporzionalità E Pretesa di Correttezza . Un'introduzione Critica. Revus 22:21-34.
    L’obiettivo di questo saggio è modesto. Presenterò brevemente la dottrina della proporzionalità, così come concepita da Robert Alexy. Evidenzierò quindi alcuni aspetti rilevanti della stessa, per poi formulare una critica puntuale all’argomento della contraddizione performativa. In particolare cercherò di provare che, contrariamente a quanto pensa Alexy, la pratica della prescrizione non solleva alcuna pretesa di correttezza morale.
    No categories
    Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  23.  1
    Guido Melis (2014). In margine a tre lezioni di Guido Calabresi. Scienza and Politica. Per Una Storia Delle Dottrine 26 (51).
    Il saggio propone alcune osservazioni a margine delle tre lezioni tenute dal giudice federale statunitense Guido Calabresi a Macerata nel 2012. Le lezioni riguardano l'organizzazione delle corti di giustizia federale negli Stati Uniti, la forma e il ruolo delle sentenze giudiziarie all'interno di un sistema federale e il rapporto che intrattiene con la pena di morte un giudice a essa decisamente contrario. Secondo Melis queste lezioni restituiscono in maniera straordinariamente viva e precisa la struttura del sistema giudiziario e, al tempo (...)
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  24.  2
    Saverio Di Liso (2000). Significato e verità delle proposizioni nelle Summulae di Domingo de Soto. Rivista di Storia Della Filosofia 4.
    Nelle Summulae del salmantino Domingo de Soto, la teoria della proposizione sembra rivelare un’irrisolta tensione tra l’opzione per la prospettiva terministica, la quale considera il significato della proposizione come il risultato dell’analisi semantica dei suoi componenti, e l’opzione per la prospettiva ‘dictistica’, che si concentra sul riferimento e sul senso globale della proposizione. La struttura della proposizione mentale, pur determinata in maniera ‘causale’ dalle sue componenti, il nome e il verbo, viene d’altronde a costituirsi in maniera ‘uni-qualitativa’, ossia per mezzo (...)
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  25. Immanuel Kant & Francesca Di Donato (forthcoming). Appianamento di un conflitto matematico fondato sul fraintendimento. Bollettino Telematico di Filosofia Politica.
    Traduzione di Ausgleichung eines auf Mißverstand beruhenden matematischen Streit. Il testo fu pubblicato per la prima volta nel 1796 in "Berlinische Monatsschrift", 2, pp. 368-370.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  26. Il Carteggio Carducci-Chiarini & Viaggio Tra le Memorie di Un (forthcoming). Maria Caterina demuru il carteggio carducci-chiarini: Viaggio tra le memorie di un'amicizia E di Una passione letteraria. Annali Della Facoltà di Lettere E Filosofia.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  27.  34
    Robert D. Rupert (forthcoming). Enactivism and Cognitive Science: Triple Review of J. Stewart, O. Gapenne, and E. A. Di Paolo (Eds.), Enaction: Towards a New Paradigm for Cognitive Science; Anthony Chemero, Radical Embodied Cognitive Science; and Mark Rowlands, The New Science of the Mind”. Mind.
  28.  16
    Barry Smith (1991). Logica e ontologia formale nelle «Logische Untersuchungen» di Husserl. Rivista di Filosofia 82 (1):53-70.
    Per Husserl, come per Bolzano, la logica e una dottrina della sdenza. Husserl prende pero piu sul serio l'idea che le teorie scientifiche siano costituite dagli atti mentali di soggetti conoscenti. Quella che segue e un' esposizione della concezione husserliana della logica e della scienza, fondata appunto sugli atti; essa approdera a una delineazione dell'idea husserliana di «ontologia formale».
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  29.  58
    Carla Bagnoli (2000). La Pretesa di Oggettività in Etica. In Gabriele Usberti (ed.), Modelli di oggettività. Bompiani
    Sembra esserci almeno un punto di accordo tra i filosofi morali: i giudizi etici, così come li usiamo nelle nostre conversazioni quotidiane, condividono una certa aspirazione all’oggettività. Vi è invece un disaccordo piuttosto acerbo rispetto alla questione se questa aspirazione sia giustificata o non sia invece una mera pretesa. Il disaccordo filosofico riguarda, cioè, la questione se i giudizi etici debbano e possano aspirare all’oggettività. Ma ancor più fondamentale è il disaccordo rispetto ai criteri con cui valutare se questa aspirazione (...)
    Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  30.  26
    Daniele Lorenzini (2013). Dall'ermeneutica del sé alla politica di noi stessi. Nóema 4 (4-1):1-10.
    This article tries to highlight the explicit political aim and the importance for our present of the thought of the «late» Michel Foucault. Through the analysis of the role that truth plays in the pagan and Christian techniques of the self, it opposes a truth that we have to discover in ourselves in order to refuse it (Christianity) or to adhere to it (ethics of authenticity) to a truth conceived as a force of transformation of logos into ethos , of (...)
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  31.  53
    Carlo Penco (1999). Ragione E Pratica Sociale: L'inferenzialismo di Robert Brandom. Rivista di Filosofia (3):467-486.
    Insieme a John McDowell, Robert Brandom è uno dei filosofi emergenti della reazione al naturalismo filosofico; seguace Wilfrid Sellars, è l'autore americano che più si avvicina al dialogo con la filosofia continentale e propone una rivalutazione di Kant e Hegel nella filosofia analitica. Già allievo di Richard Rorty, Brandom è diventuo famoso con la pubblicazione di Making it Explicit. Questo ponderoso volume di 900 pagine non ha avuto però ancora una sufficiente attenzione nel dibattito filosofico italiano (a parte alcuni inteventi (...)
    Direct download (5 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  32.  4
    Piero Di Vona (2013). L'universalità di Spinoza. Rivista di Storia Della Filosofia 2:215-225.
    Translate
      Direct download (4 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  33.  5
    Emanuele Clarizio (2014). Appunti Sull'idea di Vita Tecnica a Partire Dalla "Kritik der Urteilskraft". Per Un’Archeologia Della Tecnica Moderna. Nóema 5.
    I. Kant’s Critique of Judgment is a maintext to catch the epistemological tensions created by the emerging notion of life . By investigating the specific causality of life in order to explain the phenomenon of self-organization of the living, Kant uses the remarkable concept of technique of nature , thus establishing a strong analogy between technique and life.The consequences of this analogy affect not only the epistemology of life, but also the modern conception of technique.To a technicization of life corresponds (...)
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  34.  8
    Enrico Petris (1986). Note preliminari allo studio della interpretazione nietzscheana di Kant. Verifiche: Rivista Trimestrale di Scienze Umane 15 (3):281-302.
    Rassegna della bibliografia critica sul tema dell'interpretazione nietzscheana di Kant.
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  35.  3
    Paolo Rossi (2004). Che tipo di scienza è la scienza nuova di Vico? Rivista di Storia Della Filosofia 2.
    L’articolo si pone il problema del perché Vico avesse pensato alla sua impresa come ad una scienza e si fosse occupato di confrontarla con la scienza della natura. Si passano in rassegna l’uso di concetti come degnità, assiomi, postulati, tenendo fermo che Vico non fu né un cartesiano, né un galileiano, e come non si lasci racchiudere nelle gabbie dell’apriorismo e del platonismo: egli ha solo fatto sue alcune idee o tesi presenti entro quelle tradizioni. Vico si guarda bene dall’effettuare (...)
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  36.  10
    Stefano Marchesoni (2013). Parrhesia E Forma-di-Vita. Soggettivazione E Desoggettivazione in Michel Foucault E Giorgio Agamben. Nóema 4 (4-1):75-83.
    In his recent books under the main title “Homo sacer”, Agamben focuses on the concept of form-of-life. With this article I provide an account of the meaning of this concept, arguing that its origins can be traced back to Foucaults “Lives of infamous men”.
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  37.  7
    Andrea Di Miele (2008). In ricordo di un maestro: Enzo Paci a trent'anni dalla morte. Rivista di Storia Della Filosofia 1.
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  38.  6
    Sergio Landucci (2001). Contributi di filologia cartesiana. Rivista di Storia Della Filosofia 1.
    Nell’articolo vengono individuati tre punti in cui il testo tràdito delle Meditazioni di Cartesio dev’essere corretto. Va segnalato che l’autore delle seconde e delle seste obiezioni alle Meditazioni, è Mersenne; nel quale viene identificato anche il cosiddetto, tradizionalmente, "Hyperaspistes", autore di ulteriori obiezioni. Si propone di datare il frammento La recherche de la vérité nella seconda metà del 1641.
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  39.  6
    Riccardo di Donato (2009). La volontà di comprendere. Momigliano, Vernant, Vidal-Naquet. Archivio di Storia Della Cultura 22:131-146.
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  40.  6
    Stefano Di Bella (2006). L'" Anti-Kant" di Franz Příhonsky´ e la critica bolzaniana alla teoria kantiana del giudizio. Rivista di Filosofia 97 (2):233-250.
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  41.  6
    Marta Fattori (2003). Baconiana: nuove prospettive nella ricezione e fortuna delle opere di Francis Bacon. Rivista di Storia Della Filosofia 3.
    Questo articolo si inserisce nell’ambito dei più recenti studi baconiani che hanno determinato una revisione critica della fortuna di Francis Bacon , la pubblicazione di nuove opere o parti di opere inedite e uno studio attento del lessico e del vocabolario baconiano. Per quanto riguarda la seconda metà del ‘700 e l’‘800, la fortuna e l’incidenza del pensiero baconiano è quasi tutta da studiare, schiacciata com’è dal giudizio moralistico sulla sua ‘caduta’ . In merito alla fortuna di Francis Bacon in (...)
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  42.  3
    Riccardo di Donato (2008). Momigliano e l'«Archivio di storia della cultura». Tre lettere e una nota. Archivio di Storia Della Cultura 21:9-12.
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  43.  16
    Carlo Penco (2006). Etica E Giustificazione: Wittgenstein E l'Influenza di Moore. In R. M. Carcaterra (ed.), Le ragioni del conoscere e dell'agire. Scritti in onore di Rosaria Egidi,.
    Nel febbraio 1912 Wittgenstein venne ammesso al Trinity College con Russell come supervisor, e iniziò a seguire le lezioni di Moore. E’ probabile che leggesse il libretto di Moore, Ethics, pubblicato al suo arrivo a Cambridge, o che ritrovasse nelle lezioni di Moore alcune delle suggestioni presenti nel libro. Ma dopo il Tractatus Wittgenstein dedicò poco spazio alle riflessioni sull’etica e quel poco in un periodo ristretto di tempo, agli inizi degli anni ‘30, dalla Conferenza sull’etica2 alle lezioni del ’32-33. (...)
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  44.  4
    Ilario Tolomio (2001). Le origini dell'antikantismo nella chiesa cattolica: La condanna della Philosophie de Kant di Charles Villers. Rivista di Storia Della Filosofia 3.
    Le origini dell’antikantismo nella chiesa cattolica. La condanna della Philosophie de Kant di Charles Villers - ABSTRTACT: La pubblicazione della Philosophie de Kant ou Principes fondamentaux de la Philosophe transcendentale da parte del francese Charles Villers mise subito in allarme la censura cattolica romana: nel 1804 l’opera arrivò sui tavoli dei padri dell’Indice e si decise per la sua condanna. Ma l’avventura italiana e romana di Napoleone, con il trasferimento a Parigi degli Archivi Vaticani e la dispersione della Sacra Congregazione (...)
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  45.  2
    Giovanni Rota (2001). Profilo filosofico di Giuseppe Gangale. Rivista di Storia Della Filosofia 3.
    Lo studio presenta la vicenda filosofica del giornalista calabrese Giuseppe Gangale , un protestante che operò in Italia tra il 1922 e il 1934 dirigendo dapprima il settimanale «Conscientia», edito dalla Scuola Teologica Battista di Roma, e in un secondo tempo la casa editrice Doxa, alla quale collaborarono personaggi come Adriano Tilgher, Antonio Banfi, Giovanni Miegge e Carlo Antoni. Gangale sostenne dapprima un’interpretazione teologica del sistema hegeliano in polemica con le coeve interpretazioni di Croce e Gentile; in seguito, aperto agli (...)
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  46.  2
    Mario Sina (2002). Il tema della libertà divina in alcuni documenti inediti dell'epistolario di Claude Pajon e di Jean-Robert Chouet: Un confronto con la filosofia cartesiana. Rivista di Storia Della Filosofia 1.
    In questo studio sono pubblicate alcune lettere inedite, conservate nella Bibliothèque Publique et Universitaire di Ginevra, risalenti agli anni 1669-1678, scambiate tra Jean-Robert Chouet e Claude Pajon. Grazie all’apporto di questi due protagonisti delle accademie di Saumure di Ginevra è possibile meglio intendere, nella complessità dei riferimenti e delle sfumature, le soluzioni relative al tema della libertà divina nell’opera della creazione e della redenzione, argomento di grande interesse nella speculazione filosofica e teologica del Seicento. Si tratta di documenti preziosi, in (...)
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  47.  2
    Sabine Verhulst (2001). Leopardi e la prosa scientifica di Francesco Maria Zanotti. Rivista di Storia Della Filosofia 3.
    Si indagano le ragioni letterarie che motivarono l’interesse di Leopardi per due opere di Francesco Maria Zanotti : i tre dialoghi Della forza de’ corpi che chiamano viva , scritti "per ingannare il tempo", e la satira antilockiana Della forza attrattiva delle idee . L’analisi viene incentrata sulle strategie paratestuali, retoriche e poetiche sfruttate abbondantemente da Zanotti in questi testi che tutti e due esulano dalla comunicazione scientifica canonica. La presa in considerazione di questi procedimenti risulta indispensabile per capire meglio (...)
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  48.  3
    Luigi Di Bartolo (2004). Recenti sviluppi del razionalismo critico di Giulio Preti. Giornale di Metafisica: Revista Bimestrale di Filosofia 26 (3):557-564.
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  49.  4
    Silvia Salardi (2013). ‘Usi’ e ‘abusi’ nel diritto: Una riflessione critica sulla normativa in materia di analisi genetiche. Filozofija I Društvo 24 (2):239-254.
    No categories
    Translate
      Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
  50.  4
    Santi di Bella (2008). Considerazioni circa la nuova edizione dell'epistolario di Leopold von Ranke. Archivio di Storia Della Cultura 21:241-254.
    No categories
    Translate
      Direct download  
     
    Export citation  
     
    My bibliography  
1 — 50 / 1000