Results for 'L��cio Kreutz'

1000+ found
Order:
  1.  11
    "ciò Che L'autore Non Sa": Kant e la storia della filosofia.Piero Giordanetti - 1999 - Rivista di Storia Della Filosofia 4.
    No categories
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  2.  9
    P. Gochet et P. Gribomont, Logique (vol. I), Méthodes pour l'informatique fondamentale, Paris, Hermès, 1990.Philippe Kreutz - 1993 - Revue Internationale de Philosophie 186 (4):359-361.
    No categories
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  3.  16
    Mania Basilio. L'infini Mathématique Et l'Évolution de la Logique. Actes du Congrès International de Philosophie Scientifique, VI Philosophie des Mathématiques, Actualités Scientifiques Et Industrielles 393, Hermann & Cio, Paris 1936, Pp. 51–57. [REVIEW]C. H. Langford - 1937 - Journal of Symbolic Logic 2 (2):83-83.
  4.  7
    La luce del Bene : l’essere e la coscienza, la materia e lo spirito. Su ciò che Platone tralascia nell’analogia fra il Bene e il sole.Salvatore Lavecchia - 2017 - Chôra 15:445-456.
    In Resp. 509c7 and 9 Socrates declares that he has omitted many things in the exposition of the analogy between the supreme Good and the sun. In fact Socrates’ exposition leaves some questions open which are seminal with regard to the interpretation of the aforesaid analogy : 1) Why Plato designates the sun as analogon of the Good? 2) Why the original manifestation of the Good consists in a plurality of intelligible beings? 3) Why the original manifestation of the Good (...)
    Direct download (3 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  5.  7
    Ludwig Feuerbach, «L'uomo è ciò che mangia».Renato Pettoello - 2017 - Rivista di Storia Della Filosofia 72 (4):681-695.
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  6.  14
    Ciò che è vivo e ciò che è morto della filosofia di hegel.E. Ritchie - 1907 - Revue Philosophique de la France Et de l'Etranger 63 (4):552-554.
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   2 citations  
  7. Pensare l'infosfera: La filosofia come design concettuale.Luciano Floridi - 2020 - Milan, Metropolitan City of Milan, Italy: Raffaello Cortina.
    Pensare l’infosfera: La filosofia come design concettuale di Luciano Floridi è la traduzione, rivista e parziale, di un libro pubblicato in inglese sulla logica dell’informazione (The Logic of Information, Oxford University Press, Oxford 2019). All’interno della riflessione sul digitale che il filosofo italiano sta conducendo ormai da qualche decennio, questo saggio si colloca come terza parte di una tetralogia legata alla filosofia dell’informazione. I primi due volumi, The Philosophy of Information e The Ethics of Information, sono già stati pubblicati rispettivamente (...)
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  8. L’eterno Movimento Della Physis. Alcune Riflessioni Su Empedocle Di Agrigento [the Everlasting Movement Of The Physis. Some Considerations About Empedocle From Agri­gento].Federica Montevecchi - 2007 - la Società Degli Individui 28:9-22.
    Il saggio tratta della figura di Empedocle – pensiero e uomo insieme, per­fettamente coerenti uno con l’altro – considerandolo come un pensatore di confine, un symbolon, nel quale s’incontrano senza fondersi e senza pre­varicarsi due universi, quello del mythos e quello del logos, con tutte le lo­ro rispettive e complesse implicazioni. Tutto ciò è necessario per com­prendere la lettura che Empedocle presenta della physis, processo naturale e modo di essere ad un tempo, che si esplicita nelle quattro radici – acqua, (...)
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  9.  5
    Il massimo necessario. L'etica alla prova dell'amore.Stefano Biancu - 2020 - Milano MI, Italia: Mimesis.
    Pur essendo generalmente valutate in termini moralmente positivi, alcune azioni e attitudini morali non sono considerate come strettamente dovute, né tantomeno esigibili: si tratta delle attitudini e delle azioni che rientrano nell’ambito, vasto e molteplice, dell’amore. La tradizione morale ha coniato un termine tecnico per indicarle: “supererogatorio” (o “supererogazione”). Rispetto al minimo necessario di ciò che non può e non deve mancare – l’ambito di ciò che è appunto esigibile – il supererogatorio confi gura un “massimo”: va oltre ciò che (...)
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  10.  5
    Comparare l’incomparabile. Un’oscillazione interculturale.Bernhard Waldenfels - 2012 - Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia 3 (2):241-253.
    Gli studi comparati che hanno a oggetto le culture altre mirano a comparare ciò che non è comparabile; e mirano a farlo esclusivamente nei termini di ciò che appare in quanto tale all’interno delle procedure comparative stesse. Si rende uguale ciò che uguale non è. Ogni pratica comparativa è una pratica parziale, poiché il luogo della comparazione è sempre parte di una determinata cultura. Il nostro approccio fenomenologico, per un verso, tiene conto di quel che precede ogni procedura comparativa in (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  11.  7
    L'esperienza Etica: Per Una Filosofia Delle Cose Umane.Riccardo Fanciullacci - 2012 - Orthotes.
    “Filosofia delle cose umane”, ossia che prende a tema tutto ciò che ha a che fare con la questione umana, è il nome che Aristotele dava a quelle sue ricerche note oggi come etiche.
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  12. Contro il cristianismo e l’umanismo. Il perdono dell’Occidente.Elisa Grimi & R. Brague - 2015 - 53100 Siena SI, Italia: Cantagalli.
    Europa, cristianità, istruzione, educazione, società secolare, tempi moderni. Questi e molti altri ancora i temi che Rémi Brague affronta tin questo volume. Il continuo processo di individualizzazione, caratterizzato dal razionalismo, ha comportato un totale indebolimento dei legami societari e ha posto al centro le libertà e i diritti dei singoli. Si assiste così all’evoluzione di una società secolarizzata che giunta al suo capolinea non riesce più a bastare a se stessa. Il pensiero moderno non sembra essere in grado di giustificare (...)
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  13.  38
    Una Struttura Algebrica Per L’Ontologia.Paolo Rocchi - 1998 - Axiomathes 9 (3):307-317.
    La struttura a livelli modella il tutto e le sue parti con grande generalità. Lo dimostrano le argomentazioni teoriche (4.3), (4.4) e (4.5), e lo comprova la casistica che è stata aggiunta. Una tale struttura non presenta affatto i problemi a), b) e c) che sono tipici della struttura ad albero. Essa corregge inoltre deviazioni concettuali che sono diffuse nel settore informatico. L’immediatezza deviazioni concettuali che sono diffuse nel settore informatico. L’immediatezza visiva, infine, ne facilita la diffusione sul piano professionale (...)
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  14.  52
    Chiasme du visible et de l’imaginaire. Esquisses pour une approche phénoménologique de la Photographie.Kwok Ying-lau - 2012 - Chiasmi International 14:491-500.
    The Chiasm of the Visible and the Imaginary.Sketches for a Phenomenological Approach to PhotographyIn the digital age today, photographic images appear more and more through a virtual space; their appearance takes place more and more throughan “immaterial medium”. This renders the status of a photographic image more ambiguous, if not more enigmatic. Is a photograph merely a journalistic tool?Is photographic activity primarily mimetic which is meant to fulfill the function of unconcealment of the truth of the given state of things (...)
    No categories
    Direct download (5 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  15.  37
    Realtà, Verità, Rappresentazione.P. L. Lecis, V. Busacchi & P. Salis (eds.) - 2015 - FrancoAngeli.
    Nel dibattito teorico, la metafora della mappa è stata spesso usata per esplorare il ruolo della nozione di verità nel rapporto tra linguaggio, rappresentazioni, realtà. Le mappe sono sempre prospettiche, legate a interessi (cognitivi e non cognitivi) di chi le elabora; come ha osservato Michael Lynch, "il mondo non si mappa da sé". Per quanto diverse esse siano, assumiamo in genere che le pratiche descrittive possano aspirare a qualche forma di verità e corrispondere al modo in cui le cose stanno. (...)
    Direct download (5 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  16.  20
    Phénoménologie du Mouvement. Patočka Et L’Héritage de la Physique Aristotélicienne.Frédéric Jacquet - 2015 - Chiasmi International 17:379-387.
    Le livre de Dragoş Duicu présente l’oeuvre de Patočka comme une phénoménologie du mouvement dont il opère l’archéologie conceptuelle en effectuant un retour à Aristote, ce qui permet aussi de situer Patočka dans le paysage phénoménologique. Il est établi tout au long de l’ouvrage que le mouvement est le sens d’être de l’être, dès lors compris comme physis, et de l’existence elle-même qui est mouvement de part en part, force voyante. Ce qui pour la tradition philosophique échappe au mouvrement est (...)
    No categories
    Direct download (3 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  17.  27
    La Nature Indirecte et Les Couleurs de L’Invisible.Luís António Umbelino - 2010 - Chiasmi International 12:273-285.
    Indirect Nature and the Colors of the Invisible. Notes regarding Merleau-Ponty’s Ontological ProjectThis paper aims to meditate on the importance of the Notes de cours du Collège de France on the idea of “Nature” to the understanding of M. Merleau-Ponty ontological project. In particular, we would like to show that in these notes a Philosophy of Nature is drawn both in view of a necessary conception of Being that surpasses the ontology of the object, and in view of a new (...)
    Direct download (4 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  18.  14
    Willard Van Orman Quine e l'incertezza ontologica.Federica Isabella Malfatti - 2016 - Mailand, Italien: Mimesis.
    C’è una tensione all’interno del sistema di Quine: il suo realismo ci porta a credere che la realtà debba essere così come le nostre migliori teorie dicono che sia, ma i suoi assunti semantici – cioè la sua maniera di concepire le dinamiche del significare e del riferirsi ad oggetti – ci gettano in uno stato di incertezza radicale attorno a ciò che vale come oggetto delle nostre teorie. Questo libro si propone di allentare tale tensione, scandagliando il dominio di (...)
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  19.  21
    Ilge Interference Patterns in Semantics and Epistemology.Alberto Peruzzi - 2002 - Axiomathes 13 (1):39-64.
    The issue as to whether an atomistic or holistic viewof knowledge and meaning is correct relies on the way part/whole relationships is analysed,exactly as the issue as to whether a constructive or realistic view of knowledge and meaningis correct relies on the way internal/external relationships is analysed. Both theprinciple of compositionality and the context principle depend on how finely the constituents,the nature and the size of the context are identified; both the notion of meaning andthe notion of truth depend on (...)
    Direct download (4 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   6 citations  
  20.  61
    The Atmosphere.Tim Ingold - 2012 - Chiasmi International 14:75-87.
    L’atmosphère« Atmosphère » est un terme employé communément par des auteurs dans le domaine de l’esthétique que dans celui de la météorologie. Ils le comprennent pourtant de manière assez différente, chacun prétendant que leur emploi est la plus fondamentale et que l’autre est seulement métaphorique. Pour les esthéticiens, l’atmosphère réelle est une aura qui émane des choses et qui affecte nos humeurs et nos motivations; pour les météorologistes, il s’agit de l’enveloppe gazeuse qui entoure la planète. Je montre que les (...)
    Direct download (4 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  21. Individualmente insieme.Zygmunt Bauman - 2000 - la Società Degli Individui 9.
    L’individualizzazione è il contrassegno distintivo dell’età moderna e comporta la trasformazione dell’identità umana da qualcosa di "dato" in un "compito". Con la modernità gli esseri umani non vengono più al mondo con delle identità definite, ma devono diventare ciò che sono. In effetti va distinta una "prima modernità" o "modernità classica" da una "seconda modernità" in cui gli individui hanno perso ogni speranza di poter risolvere collettivamente i problemi individuali. Ciò significa corrosione e progressiva disintegrazione delle cittadinanza e fa sorgere (...)
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  22.  2
    Economico di Senofonte: la “maîtresse de la maison”.Fiorenza Bevilacqua - 2021 - Archai: Revista de Estudos Sobre as Origens Do Pensamento Ocidental 31.
    L’Economico di Senofonte contiene un interessante trattato sulla vita matrimoniale: al centro di questo trattato si colloca la figura della moglie di Iscomaco, così come viene delineata da quanto quest’ultimo narra a Socrate. Una figura in parte innovativa, in quanto viene associata alla gestione dell’oikos come responsabile di quanto si svolge all’interno della casa: un ruolo diverso da quello del marito, che si occupa e dirige ciò che si svolge all’esterno: i compiti di moglie e marito risultano quindi diversi ma (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  23.  4
    Traccia tematica.Giuseppe Nicolaci - 2012 - Giornale di Metafisica 1.
    L’ipotesi di un primato ontologico della categoria della “relazione” (il pros ti aristotelico) – dunque di una costituzione intrinsecamente relazionale dell’essere stesso di ciò che è – attraversa l’intera vicenda del pensiero occidentale, fondendo a volte la propria storia con quella, altrettanto intricata e controversa, di cui la scoperta del “trascendentale” si è resa protagonista prima e dopo Kant. Essa sembra caratterizzarsi anzitutto per un’impronta polemica nei confronti di ogni ontologia che metta capo ad una visione statica della sostanza, del (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  24.  8
    Senocrate successore di Speusippo.Margherita Parente - 2004 - Rivista di Storia Della Filosofia 2.
    L’articolo passa in rassegna le diverse tradizioni che trattano del passaggio, nell’Accademia del 339 a. C., dello scolarcato da Speusippo all’homo novus Senocrate. La nostra tradizione in proposito è alquanto tardiva: essa prende la sua origine da Filodemo, che dipenderebbe da fonti relativamente vicine a Platone ed ai suoi immediati discepoli, del III o II secolo. Pur essendo autore di età augustea, Filodemo non sembra conoscere certe vicissitudini subite dalla tradizione platonico-accademica. La tradizione seguente è notevolmente più tardiva: scendiamo all’età (...)
    No categories
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  25. Gli usi della diversità: The Uses of Diversity.Clifford Geertz - 2000 - la Società Degli Individui 8.
    L’attuale riabilitazione dell’etnocentrismo, benchè si tratti di un etnocentrismo rilassato e condiscendente, affonda le sue radici in una concezione monadologica della pluralità delle culture che trascura il fatto che, nella realtà contemporanea, il confronto con l’altrui diversità può contribuire innanzitutto a una migliore comprensione di noi stessi. In un simile contesto l’immaginazione etnografica rappresenta senza dubbio un antidoto al narcisismo morale in quanto ci offre gli strumenti migliori per perlustrare quello spazio intermedio che sta tra noi e quegli ‘altri’ che (...)
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  26. La nozione di persona in H. de Lubac alla luce di un carteggio inedito.A. Russo - 1990 - Prosopon. La Persona E Il Volto 1990:99--111.
    L'articolo indaga l'idea di persona nelle opere di H. de Lubac, alla luce delle sue matrici filosofiche, servendosi in ciò di un ampia carteggio inedito intercorso col Blondel.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  27.  13
    Gianfranco Agosti, Nonno di Panapoli. Parafrasi del Vangelo di San Giovanni. Canto Quinto.Giuseppe Lozza - 2005 - Byzantinische Zeitschrift 97 (2):571-573.
    Se l'attenzione maggiore degli studiosi si è da sempre concentrata sulle Dionisiache, non di meno negli ultimi vent'anni si assiste a un rinnovato interesse per l'altro poema esametrico attribuito a Nonno, la Parafrasi del Vangelo di Giovanni; ciò soprattutto per merito di Enrico Livrea e della sua scuola fiorentina, di cui anche l'autore di questo volume fa parte. Esso rappresenta una tappa ulteriore – dopo l'edizione del Canto I , del Canto II , del Canto XVIII e del Canto XX (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  28. tebhyaś caitanyaṃ: il “sé” secondo il Materialismo indiano.Krishna Del Toso - 2012 - In Alessandra Cislaghi & Krishna Del Toso (eds.), Intrecci filosofici. Pensare il sé a Oriente e a Occidente. Ed. Mimesis.
    Ciò che qui chiamo Materialismo indiano non deve intendersi come scuola filosofica unica ed univocamente impostata, bensì come insieme di correnti di pensiero, propugnanti differenti punti di vista, ma tutte collocate entro l’orizzonte concettuale che nega ciò che in Occidente si usa chiamare Trascendente. Inoltre, com’è ovvio, bisogna distinguere tra un Materialismo filosofico – che prenderò in considerazione qui – ed un Materialismo, per così dire, popolare – al quale mi riferirò solo se necessario. Due sono le impostazioni materialiste che (...)
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  29.  25
    «Compagni in pragmatismo»: Giovanni Papini e William James.Daniele Fulvi - 2015 - Nóema 6 (2).
    L’articolo si propone di analizzare il pragmatismo di Giovanni Papini, riferendolo in particolar modo al rapporto con il pensiero di William James; nello specifico, si vuole mettere in luce come il rapporto tra Papini e James sia stato tanto di gradevole collaborazione quanto di reciproche influenza ed ammirazione. Per fare ciò, verranno ripercorse le tappe dello sviluppo della teoria pragmatista di Papini, evidenziandone sia il legame con la speculazione jamesiana sia l’originalità e rilevanza teoretica, in grado di affermarsi anche oltre (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  30.  10
    Filosofia dell'arte contemporanea: installazioni, siti, oggetti.Elisa Caldarola - 2020 - 62100 Macerata MC, Italia: Quodlibet.
    L’arte contemporanea è caleidoscopica: può catapultarci in ambienti complessi o minimali richiedendo la nostra attiva partecipazione, ancorarsi a luoghi particolari, porci di fronte a opere apparentemente indistinguibili da oggetti ed eventi della vita quotidiana, appropriarsi illegalmente degli spazi pubblici, e così via. Questo volume muove dalla premessa che uno dei compiti della filosofia dell’arte sia prestare attenzione a specifiche pratiche artistiche e a teorie sull’arte avanzate in altri ambiti di ricerca, per poi organizzare in maniera perspicua la molteplicità dei dati (...)
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  31. Heinrich von Gent über das Subjekt der Metaphysik als Ersterkanntes.Martin Pickavé - 2001 - Documenti E Studi Sulla Tradizione Filosofica Medievale 12:493-522.
    L'A. esamina in primo luogo l'origine del problema metafisico in Enrico. Il tema del subiectum metaphysice è inquadrato nel contesto della problematica del soggetto scientifico e ciò che interessa l'A. è soprattutto il procedimento argomentativo di Enrico ed il significato delle conseguenze di tale procedere. Lo studio si chiude con uno sguardo sul commentario alla Metafisica di Pietro di Auvergne, evidenziando la relazione fra soggetto della metafisica e dottrina del primum cognitum nell'intelletto umano. Riferimenti alle posizioni di Avicenna, Averroè e (...)
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  32. Scotus's Essentialism. A Critique of Thomas Aquinas's Doctrine of Essence in the «Questions on the Metaphysics».Giorgio Pini - 2003 - Documenti E Studi Sulla Tradizione Filosofica Medievale 14:227-262.
    L'A. propone una nuova indagine sull'essenzialismo di Scoto attraverso una lettura analitica della questione 7 delle Questiones sul settimo libro della Metafisica. Nello stesso luogo Scoto critica la dottrina di Tommaso sull'essenza. In tal modo, l'A. evidenzia profonde differenziazioni fra ciò che è comunemente etichettato essenzialismo aristotelico. Nel caso dei due filosofi, infatti, pur partendo entrambi dall'interpretazione del pensiero aristotelico e da una comune assunzione della dottrina avicenniana dell'indifferenza dell'essenza, si approda ad opposte teorie.
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  33.  18
    Rete, Plasma, Plebe. Margini della città globale.Matteo Vegetti - 2015 - Scienza and Politica. Per Una Storia Delle Dottrine 27 (53).
    L'articolo si propone di leggere il paradigma spaziale, oggi dominante, basato sui flussi, le reti, il networking, come elemento di un discorso complesso volto a fornire legittimazione epistemologica agli effetti di ristrutturazione economico-spaziale indotti dalla globalizzazione. Un paradigma il cui funzionamento opera esclusioni, selezioni, tagli, e che forse costituisce lo strumento di nuove politiche governamentali. Il termine "plasma", introdotto da Latour per indicare ciò che eccede tale modellizzazione viene qui declinato in un concetto più classico, quello di plebe. In Hegel (...)
    No categories
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  34. La concezione epistemica dell'analiticità.Alessia Marabini - 2014 - Aracne editrice.
    La rinascita negli ultimi decenni di un nutrito dibattito intorno alla nozione di analiticità dopo le critiche a suo tempo mosse da Quine alla batteria di nozioni utilizzate da Rudolf Carnap (ad esempio, postulati di significato, regole semantiche, definizioni implicite, convenzioni e stipulazioni esplicite) prende le mosse da una riflessione critica sulle argomentazioni di Quine e tenta, da un lato, di approfondire meglio il legame fra analiticità e conoscenza a priori, e, dall’altro, di capire meglio il ruolo che la definizione (...)
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   3 citations  
  35.  39
    Experiences Are Objects. Towards a Mind-Object Identity Theory.Riccardo Manzotti - 2016 - Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia 7 (1):16-36.
    : Traditional mind-body identity theories maintain that consciousness is identical with neural activity. Consider an alternative identity theory – namely, a mind-object identity theory of consciousness. I suggest to take into consideration whether one’s consciousness might be identical with the external object. The hypothesis is that, when I perceive a yellow banana, the thing that is one and the same with my consciousness of the yellow banana is the very yellow banana one can grab and eat, rather than the neural (...)
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   2 citations  
  36.  29
    A Pragmatic and Empirical Approach to Free Will.Andrea Lavazza - 2017 - Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia 8 (3):247-258.
    : The long dispute between incompatibilists and compatibilists is further exemplified in the discussion between Sam Harris and Daniel Dennett. In this article I try to add to the discussion by outlining a concept of free will linked to five operating conditions and proposing its operationalization and quantification. The idea is to empirically and pragmatically define free will as we need it for moral blame and legal liability, while separating it from the debate on global determinism, local determinism, automatisms and (...)
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  37.  8
    Poietic Transspatiality.Martina Ferrari - 2018 - Chiasmi International 20:385-401.
    In this paper, I attend to the ontological shift in Merleau-Ponty’s later writing and suggest that this conceptual turn opens the space for questions of the latent sense of the sensible foreclosed by dualist accounts and propositional theories of meaning. By attending to the Nature Lectures, I claim that there is a sens [meaning and orientation] of nature whose regulatory principle ought to be found in nature itself. This is to say that there is a normativity of nature that, albeit (...)
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  38. Spiegazioni, omissioni e resoconti causali.Daniele Santoro - 2014 - In Elena Casetta & Valeria Giardino (eds.), Mettere a fuoco il mondo. © ISONOMIA – Epistemologica, University of Urbino. pp. 72-85.
    In «Mancanze, omissioni, e descrizioni negative»,55 Achille Varzi esplora le conseguenze di una forma comune di ragionamento causale, quella in cui citiamo mancanze od omissioni nel fornire una spiegazione delle cause degli eventi. Tale forma appare di comune uso nei contesti normativi del diritto, nelle spiegazioni tipiche delle scienze sociali e, più in generale, nel ragionamento ordinario. Ciò che accomuna questi casi è l’idea intuitiva secondo cui le cause possono anche consistere in eventi negativi. L’intuizione non è però metafisicamente innocua, (...)
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  39.  45
    Pensieri Materiali: Corpo, Mente E Causalità.Simone Gozzano - 2007 - Utet Università.
    Un uomo in cappa e cilindro di fronte a voi promette: “muoverò la materia con la sola forza del pensiero”. Scettici aspettate la prova. Ed ecco che, mirabilmente, egli alza un braccio. Un braccio, il suo braccio! Un pezzo di materia, dotato di massa, carica elettrica, proprietà magnetiche e quant’altro, si è mosso solo grazie alla sua volontà di alzarlo. Con la sola forza del pensiero il braccio si è sollevato! Per quanti sforzi retorici faccia, nessuno riterrà particolarmente sorprendente l’esperimento. (...)
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   2 citations  
  40.  15
    Nuovo Realismo FAQ: New Realism FAQ.Maurizio Ferraris - 2011 - Nóema 2:1-14.
    Il vero punto, nel confronto tra realisti e postmodernisti, non è ovviamente l’affermazione o negazione dell’esistenza del mondo esterno, ma il costruzionismo: quanto incidono gli schemi concettuali nella costruzione della realtà naturale e sociale? Infatti nessun realista negherebbe che l’IVA dipenda da schemi concettuali . Quello che il realista si chiede è, appunto, fin dove si spinge l’azione degli schemi concettuali, ed è qui che si manifesta il dissidio tra realisti e postmodernisti. Questi ultimi sono molto più generosi nella lista (...)
    Direct download  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   2 citations  
  41.  17
    Egocentric Language and the Upheaval of Speech. (English).Eva-Maria Simms - 2010 - Chiasmi International 12:287-309.
    Le langage égocentré et son dépassement par la parole. Une étude de l’acquisition du langage inspirée de Merleau-PontyDans les notes de travail du Visible et l’invisible, Merleau-Ponty se proposait d’élucider la nature du dépassement de l’être pré-langagier par la parole. Dans ses cours de la Sorbonne, il avait en outre jeté les fondements théoriques d’une confrontation fructueuse entre la linguistique et la psychologie de l’enfant, en ouvrant un dialogue de fond avec la théorie linguistique et avec les recherches psychologiques de (...)
    Direct download (4 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  42. Antropologia.R. Martinelli - 2010 - In C. La Rocca, S. Besoli & R. Martinelli (eds.), L'universo kantiano. Filosofia, scienze, sapere. Quodlibet. pp. 13-52.
    Il saggio analizza l’Antropologia pragmatica di Kant alla luce degli altri scritti critici e precritici, delle Lezioni, delle fonti e del dibattito critico internazionale più recente. Viene chiarito anzitutto il rapporto tra antropologia e critica della ragione: gli esiti della Dialettica trascendentale impongono a Kant di individuare un nuovo assetto per la scienza empirica dell’uomo superando la prospettiva scolastica. Ciò si manifesta nell’adozione del termine «antropologia», che tuttavia Kant distingue dalle antropologie mediche del tempo, per lo più deterministiche, grazie all’impostazione (...)
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   3 citations  
  43.  1
    Wilfrid Sellars e la normatività del significato.Andrea Raimondi - 2018 - Rivista Italiana di Filosofia Analitica Junior 1 (9):110-135.
    Una tesi che è stata ultimamente discussa dai filosofi analitici del linguaggio è la tesi della normatività del significato linguistico (TNS). Secondo TNS, i significati delle espressioni delle lingue naturali hanno una componente normativa: essi fissano uno standard di correttezza per l’applicazione o l’uso (da parte dei parlanti) delle espressioni stesse e, in conseguenza di ciò, impegnano i parlanti a determinati obblighi semantici nell’applicazione o nell’uso delle espressioni. In questo articolo, ricostruisco e difendo alcune riflessioni di Wilfrid Sellars a favore (...)
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  44.  10
    La genealogia dell'umano. Una filosofia dell'autorità.Stefano Biancu - 2021 - Milano MI, Italia: Vita e Pensiero.
    La questione dell’autorità, tema classico delle filosofie dell’educazione, del diritto e della politica, non pare aver trovato altrettanta attenzione da parte della filosofia morale. Tale difetto di interesse potrebbe avere a che fare con un certo sospetto che la nozione tradizionalmente suscita, sospetto riconducibile a una presunta alternativa tra l’autorità e la libertà: quanto più è forte e solida la prima, tanto meno lo sarebbe la seconda. Si tratta di un’alternativa legata a un appiattimento dei due termini sulla loro configurazione (...)
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  45.  58
    The" No Miracles" Justification of Induction.Mario Alai - 2009 - Epistemologia 32 (2):303.
    Il problema apparentemente insolubile di una giustificazione non circolare dell’induzione diverrebbe più abbordabile se invece di chiederci solo cosa ci assicura che un fenomeno osservato si riprodurrà in modo uguale in un numero potenzialmente infinito di casi futuri, ci chiedessimo anche come si spiega che esso si sia manifestato fin qui in modo identico e senza eccezioni in un numero di casi finito ma assai alto. E’ questa l’idea della giustificazione abduttiva dell’induzione, avanzata in forme diverse da Armstrong, Foster e (...)
    Direct download  
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  46.  4
    Materialismo storico e antropologia marxista.Raoul Kirchmayr - 2019 - Nóema 10.
    Dopo aver affermato che non è più possibile ridurre il pensiero sartriano a degli schemi ermeneutici semplificatori, il saggio individua il tema della singolarità quale filo rosso che percorre quegli scritti nei quali Sartre dichiara di voler definire l’ambito e il metodo di un’antropologia marxista. Sono gli scritti che hanno come fulcro la Critica della ragione dialettica, in particolare il testo che ne diventerà l’Introduzione, cioè le Questioni di metodo, dove Sartre chiarisce quale funzione può giocare l’esistenzialismo nel conferire al (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  47.  26
    Aesthesiological Instauration.Randall Johnson - 2015 - Chiasmi International 17:147-158.
    To explore the realm of creativity, we will make use of the concept of instauration as articulated in the work of Étienne Souriau. Although infrequently used, the word remains extant in English, with agreement among dictionaries that the primary definition is the action of restoring or renewing, with a secondary meaning of instituting or founding. While both senses are at play in Souriau’s thought, it is perhaps the tension between the two that is predominantly in question, akin to what we (...)
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  48.  10
    Face of the World, Figure of the World.Galen Johnson - 2017 - Chiasmi International 19:465-474.
    Mazisgives us a new reading of Merleau-Ponty’s overall writings, a monumental work of vast scope with an original thematic reading of Merleau-Ponty’s thought. Its overall structure is revealed by its subtitle: elucidating the depth of silence, taking it as normative for ethics, reformulating perception as imaginal, concluding with a poetics of philosophy. The book offers us a Merleau-Ponteanethics of “felt solidarity” and “lateral unity” through developing a sharp opposition between the ethics of Merleau-Ponty and Levinasregarding the “face” and the face-to-face, (...)
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  49.  23
    Le Corps Aux Limites de La Représentation (French).Takashi Kakuni - 2010 - Chiasmi International 12:203-215.
    The Body at the Limits of Representation. The Theory of the Body and Painting in Merleau-PontyIn Eye and Mind,” Merleau-Ponty quotes a phrase from Valéry: “the painter brings his body with him.” He interprets the corporeal experience of the artist, not only as the center of a perceptual orientation or kinesthesis, but also as the inspiration for poets and for painters. In this sense, one can place his theory of body not only within the problematic of the phenomenological constitution of (...)
    Direct download (4 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  50.  15
    The Shape of Things.Rajiv Kaushik - 2016 - Chiasmi International 18:313-331.
    This paper begins by pointing to an obvious difficulty in Merleau-Ponty’s late philosophy: undoing the decisive separation between linguistic connotation and the denotated, undoing the decisive separation between linguistic meaning and the sensible world. This difficulty demands that we understand how the sensible and the symbolic have a sort of spontaneous relation. How can this be? The history of this problem is then traced back to Husserl, and in particular to his The Origin of Geometry. For Husserl, ‘abstract geometry’ is (...)
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
1 — 50 / 1000