Results for 'Primus Che Chi'

1000+ found
Order:
  1.  3
    Considering the Importance of Context for Ethical Practice on Reimbursement, Compensation and Incentives for Volunteers in Human Infection Controlled Studies.Primus Che Chi, Esther Owino, Irene Jao, Vicki Marsh & Dorcas Kamuya - 2021 - American Journal of Bioethics 21 (3):40-42.
    The proposed framework by Lynch et al. for promoting ethical forms of payment in Human Infection Controlled Studies in general and SARS-Cov-2 HICS in particular is an important contri...
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  2.  29
    Global Health Inequalities and the Need for Solidarity: A View From the Global South.Mbih J. Tosam, Primus Che Chi, Nchangwi Syntia Munung, Odile Ouwe Missi Oukem‐Boyer & Godfrey B. Tangwa - 2018 - Developing World Bioethics 18 (3):241-249.
    Although the world has experienced remarkable progress in health care since the last half of the 20th century, global health inequalities still persist. In some poor countries life expectancy is between 37-40 years lower than in rich countries; furthermore, maternal and infant mortality is high and there is lack of access to basic preventive and life-saving medicines, as well a high prevalence of neglected diseases, HIV/AIDS, tuberculosis, and malaria. Moreover, globalization has made the world more connected than before such that (...)
    Direct download (5 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   7 citations  
  3.  9
    Deliberately Infecting Healthy Volunteers with Malaria Parasites: Perceptions and Experiences of Participants and Other Stakeholders in a Kenyan‐Based Malaria Infection Study.Irene Jao, Vicki Marsh, Primus Che Chi, Melissa Kapulu, Mainga Hamaluba, Sassy Molyneux, Philip Bejon & Dorcas Kamuya - 2020 - Bioethics 34 (8):819-832.
    Direct download (4 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   3 citations  
  4.  21
    Are Students Kidding with Health Research Ethics? The Case of HIV/AIDS Research in Cameroon.Nchangwi S. Munung, Godfrey B. Tangwa, Chi P. Che, Laurent Vidal & Odile Ouwe-Missi-Oukem-Boyer - 2012 - BMC Medical Ethics 13 (1):12.
    Universities in Cameroon are playing an active part in HIV/AIDS research and much of this research is carried out by students, usually for the purpose of a dissertation/thesis. Student theses/dissertations present research findings in a much more comprehensive manner and have been described as the stepping-stone of a budding scientist’s potential in becoming an independent researcher. It is therefore important to verify how students handle issues of research ethics.
    Direct download (10 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  5. Chi è che sta sognando? Merleau-Ponty su sonno e sogno.Roberta Dreon - 2012 - Aisthesis: Pratiche, Linguaggi E Saperi Dell’Estetico 5 (2).
    This paper considers some thesis proposed by Maurice Merleau-Ponty during his lessons on sleeping and dreaming in the mid fifties, also with reference to the contemporary scientific debate. Dreaming and sleeping constitute a privileged perspective for considering the characteristic human interweaving of natural and cultural aspects, of animality and meaning. The immediate association of sleeping with a suspension of consciousness and with an absence of worldly contacts seems problematic. Furthermore the dualistic opposition between conscious activity and bodily passivity seems far (...)
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  6. Chi Ë costui che viene?G. Giorello - 1997 - Rivista di Estetica 37 (5):255-261.
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  7.  38
    Development and Pilot Testing of an Informed Consent Video for Patients with Limb Trauma Prior to Debridement Surgery Using a Modified Delphi Technique.Yen-Ko Lin, Chao-Wen Chen, Wei-Che Lee, Tsung-Ying Lin, Liang-Chi Kuo, Chia-Ju Lin, Leiyu Shi, Yin-Chun Tien & Yuan-Chia Cheng - 2017 - BMC Medical Ethics 18 (1):1-12.
    Background Ensuring adequate informed consent for surgery in a trauma setting is challenging. We developed and pilot tested an educational video containing information regarding the informed consent process for surgery in trauma patients and a knowledge measure instrument and evaluated whether the audiovisual presentation improved the patients’ knowledge regarding their procedure and aftercare and their satisfaction with the informed consent process. Methods A modified Delphi technique in which a panel of experts participated in successive rounds of shared scoring of items (...)
    Direct download (4 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   3 citations  
  8.  33
    Development and pilot testing of an informed consent video for patients with limb trauma prior to debridement surgery using a modified Delphi technique.Yen-Ko Lin, Chao-Wen Chen, Wei-Che Lee, Tsung-Ying Lin, Liang-Chi Kuo, Chia-Ju Lin, Leiyu Shi, Yin-Chun Tien & Yuan-Chia Cheng - 2017 - BMC Medical Ethics 18 (1):67.
    Ensuring adequate informed consent for surgery in a trauma setting is challenging. We developed and pilot tested an educational video containing information regarding the informed consent process for surgery in trauma patients and a knowledge measure instrument and evaluated whether the audiovisual presentation improved the patients’ knowledge regarding their procedure and aftercare and their satisfaction with the informed consent process. A modified Delphi technique in which a panel of experts participated in successive rounds of shared scoring of items to forecast (...)
    No categories
    Direct download (4 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   3 citations  
  9. Building an Ethical Environment Improves Patient Privacy and Satisfaction in the Crowded Emergency Department: A Quasi-Experimental Study. [REVIEW]Yen-Ko Lin, Wei-Che Lee, Liang-Chi Kuo, Yuan-Chia Cheng, Chia-Ju Lin, Hsing-Lin Lin, Chao-Wen Chen & Tsung-Ying Lin - 2013 - BMC Medical Ethics 14 (1):8-.
    Background: To evaluate the effectiveness of a multifaceted intervention in improving emergency department (ED) patient privacy and satisfaction in the crowded ED setting. Methods: A pre- and post-intervention study was conducted. A multifaceted intervention was implemented in a university-affiliated hospital ED. The intervention developed strategies to improve ED patient privacy and satisfaction, including redesigning the ED environment, process management, access control, and staff education and training, and encouraging ethics consultation. The effectiveness of the intervention was evaluated using patient surveys. Eligibility (...)
    Direct download (16 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   4 citations  
  10.  27
    Educational Video-Assisted Versus Conventional Informed Consent for Trauma-Related Debridement Surgery: A Parallel Group Randomized Controlled Trial.Yen-Ko Lin, Chao-Wen Chen, Wei-Che Lee, Yuan-Chia Cheng, Tsung-Ying Lin, Chia-Ju Lin, Leiyu Shi, Yin-Chun Tien & Liang-Chi Kuo - 2018 - BMC Medical Ethics 19 (1):23.
    We investigated whether, in the emergency department, educational video-assisted informed consent is superior to the conventional consent process, to inform trauma patients undergoing surgery about the procedure, benefits, risks, alternatives, and postoperative care. We conducted a prospective randomized controlled trial, with superiority study design. All trauma patients scheduled to receive trauma-related debridement surgery in the ED of Kaohsiung Medical University Hospital were included. Patients were assigned to one of two education protocols. Participants in the intervention group watched an educational video (...)
    No categories
    Direct download (6 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  11.  2
    To Go or Not to Go: Degrees of Dynamic Inhibitory Control Revealed by the Function of Grip Force and Early Electrophysiological Indices.Trung Van Nguyen, Che-Yi Hsu, Satish Jaiswal, Neil G. Muggleton, Wei-Kuang Liang & Chi-Hung Juan - 2021 - Frontiers in Human Neuroscience 15.
    A critical issue in executive control is how the nervous system exerts flexibility to inhibit a prepotent response and adapt to sudden changes in the environment. In this study, force measurement was used to capture “partial” unsuccessful trials that are highly relevant in extending the current understanding of motor inhibition processing. Moreover, a modified version of the stop-signal task was used to control and eliminate potential attentional capture effects from the motor inhibition index. The results illustrate that the non-canceled force (...)
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  12. Mao Tse-Tung Che Hsüeh Ssu Hsiang Yen Chiu Chi Nien Mao Tse-Tung T Ung Chih Chiu Shih Chou Nien Tan Ch En.Huan-Chang Yang, Hsi-yü Chin, Tai Mei & Wei Wang - 1983 - Pei-Ching Ch U Pan She Hsin Hua Shu Tien Pei-Ching Fa Hsing so Fa Hsing.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  13. Chung-Kuo Che Hsüeh Ssu Hsiang Lun Chi.Shih Hu, Wei-Hsin Hsiang & Fu-Tseng Liu - 1976 - Mu T Ung Ch U Pan She.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  14.  4
    An Account of the Salt Industry at Tzu-Liu-Ching Tzu-Liu-Ching Chi.Li Jung & Lien-che Tu Fang - 1948 - Isis 39 (4):228-234.
  15. Chung Hsi Che Hsüeh Lun Wen Chi.Shu-Hsien Liu - 1987 - T Ai-Wan Hsüeh Sheng Shu Chü.
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  16. Maria rzepinska, historia koloru W dziejach malarstwa europejskiego (storia Del colore nella pittura europea), cracovia, 1970, pp. 358. È assai rara negli storici Dell'arte la sensibilità al colore, ai suoi Valori espressivi, all'importanza Che esso riveste per Chi descrive lo stile Delle opere pittoriChe. Cosi wolfflin, hetzer O il polacco micha Walicki sono. [REVIEW]Marco Ravera - 1972 - Rivista di Estetica 17:240.
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  17.  24
    Fu-Sheng Yin. K'o-Hsüeh-Ching-Yen-Lun It Cheng-Hsing Chi Ch'i P'i-P'ing . Kuo-Li T'aiwan-Ta-Hsüeh Wen-Shih-Che Hsüeh-Pao , No. 2 , Pp. 193–213. [REVIEW]Hao Wang - 1951 - Journal of Symbolic Logic 16 (4):304-304.
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  18.  32
    Di chi posso fidarmi. Autorità ed esperti nella filosofia analitica contemporanea.Michel Croce - 2019 - Bologna: Il Mulino.
    Molte questioni aperte che interessano la nostra società e ci fanno preoccupare per il futuro ruotano intorno a un problema fondamentale: capire chi sia davvero esperto in un determinato ambito e, di conseguenza, decidere di chi possiamo fidarci. È inevitabile che ognuno di noi debba riporre la propria fiducia in altri individui quando si tratta di questioni quali il riscaldamento globale e la tutela dell’ambiente, le terapie mediche a cui sottoporsi, la sicurezza informatica e l’istruzione dei propri figli. Ma come (...)
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  19. Che cosa significa essere privati di un mondo? [What is it to be deprived of a world?].Jonathan Lear - 2008 - la Società Degli Individui 31:38-60.
    Siamo creature che hanno bisogno di dare senso alle cose. Non si tratta sol­tanto di un’importante esigenza psicologica, ma di una condizione per poter es­sere chi siamo. Ma a quali condizioni le cose possono avere senso? Un mo­do per studiare l’intelligibilità – la possibilità, cioè, che le cose abbiano sen­so – consiste nel prendere in considerazione quelle situazioni in cui l’in­telligibilità sembra venire meno. Comprendendo queste condizioni-limite – quan­do e perché le cose smettono di avere senso – possiamo forse capire (...)
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  20.  7
    The Imperfect Dialogic Democracy. Habermas’s Discourse Principle and Experimental Studies on Collective Reasoning.Gabriele Giacomini - 2017 - Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia 8 (3):284-293.
    _:_ Habermas believes that the foundation of democracy is to be found in the discourse principle. Also, some cognitive and experimental studies have suggested that democratic procedures can promote a debate between different opinions and ideas, thus improving the decision-making performance of public authorities. However, Habermas believes that, while, on the one hand, the democratic community is based on the premise that participants in the discourse collectively strive to find the best solutions, on the other, the democratic process allows citizens (...)
    No categories
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  21. Epistemologia delle fake news.Tommaso Piazza & Michel Croce - 2019 - Sistemi Intelligenti 31 (3):433-461.
    Questo articolo prende in esame il fenomeno della proliferazione di fake news da un punto di vista filosofico—anzi, per meglio dire, prettamente epistemologico—con particolare attenzione a tre questioni fondamentali: cosa sono le fake news e come debbano essere definite; quali meccanismi ne favoriscono la proliferazione sui social media; chi debba essere ritenuto responsabile e degno di biasimo nel processo sotteso alla generazione, pubblicazione e diffusione di fake news. A partire dall'analisi dei principali lavori nella letteratura filosofica sul tema, ci proponiamo (...)
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   2 citations  
  22.  6
    Il Gioco.David Beronio - 2016 - Nóema 7 (1).
    Chi si occupa di teatro incontra il gioco innanzitutto come una categoria estetica insita nei processi che caratterizzano l’atto teatrale. Ma dall’approfondimento di tali meccanismi emerge anche la potenzialità conoscitiva del gioco, come condizione umana di profonda consapevolezza di sé. Attraverso un percorso che passa attraverso Breton, Platone, Huizinga, e Alessandro Fersen, viene qui proposta una lettura del gioco come carattere fondamentale dell’arte e della conoscenza.
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  23. Vite dai Filosofi. Filosofia e Autobiografia.Libera Pisano, Marco Carassai & Simone Guidi (eds.) - 2013 - Roma RM, Italia: Lo Sguardo.
    Chi è quel soggetto che nell’autobiografia dice “io”? Raccontarsi non è già diventare altro? L’autobiografia è un esercizio filosofico in cui l’identità si scopre tramata da altre vite e l’io emerge soltanto perché dislocato nei suoi segni. Sono forse proprio le condizioni di impossibilità di un’autopresentazione trasparente e definitiva che rendono possibile una soggettività autobiografica. Scrivere di sé infatti è già trascendenza: insinua il sospetto di un’alterità, di un’alterazione e turba la rigida identità, che si presume autonoma e precedente alle (...)
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  24. Realismi: una mappa concettuale.Cesare Cozzo - 1994 - In P. Donatelli L. Floridi (ed.), Filosofia analitica 1993. Roma, Italy: Lithos. pp. 53-71.
    Chi ha l'abitudine di sfogliare le riviste filosofiche sa che "metafisica" non è più una parola che scotta. I maestri dell'inizio del secolo (gli empiristi logici sono l'esempio più tipico) identificarono la metafisica con il non-senso e usarono la parola come un marchio di infamia. Non mancavano precedenti nella storia della filosofia. Ma oggi gli allievi di quei maestri preferiscono rifarsi ad un uso diverso, meno fazioso, del termine per indicare con esso un'indagine filosofica, che non solo non deve essere (...)
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  25.  66
    Response to Dennett on Free Will Skepticism.Derk Pereboom - 2017 - Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia 8 (3):259-265.
    : What is at stake in the debate between those, such as Sam Harris and me, who contend that we would lack free will on the supposition that we are causally determined agents, and those that defend the claim that we might then retain free will, such as Daniel Dennett? I agree with Dennett that on the supposition of causal determination there would be robust ways in which we could shape, control, and cause our actions. But I deny that on (...)
    Direct download (3 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   2 citations  
  26.  16
    Gender, Filosofie, Teologie. La complessità contro ogni ideologia.Damiano Migliorini - 2017 - Milano: Mimesis.
    Il testo vuole incarnare una possibile mediazione tra universi culturali lontani ed essere una lettura propedeutica per chi intenda addentrarsi nella tematica, lasciando che la fede cristiana s’interroghi liberamente sul ‘gender’. Un approccio sereno e critico sia alla cultura laica di genere – della quale si esaminano i nodi principali – sia a quella cattolica, con l’intento di superare le reciproche diffidenze e cercare insieme una verità umanizzante per tutti. L’obiettivo è gettare delle basi condivisibili su cui costruire una sintesi (...)
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  27. L’esemplarismo come teoria morale: uno sguardo critico.Michel Croce - 2017 - In Iolanda Poma (ed.), I fondamenti dell'etica. Brescia: Morcelliana. pp. 381-390.
    Il problema di determinare quali siano i fondamenti dell’etica si riflette direttamente sul dibattito tra le principali etiche normative che si è arricchito, in tempi molto recenti, della teoria morale detta “esemplarista”, proposta da Linda Zagzebski, voce illustre nel panorama della filosofia morale, della conoscenza e della religione analitiche. L’esemplarismo, come ogni altra teoria morale fondazionalista, ha a cuore la questione del fondamento, ma si distingue dalle classiche teorie fondazionaliste sfidando l’idea che tale fondamento possa essere un concetto. Infatti, Zagzebski (...)
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  28.  39
    The Agent as Her Self: How Taking Agency Seriously Leads to Emergent Dualism.Maria Joana Rigato - 2016 - Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia 7 (1):48-60.
    : To act is to be the author of an intentional bodily movement. I will show that, in order for that authorship to be assured, the agent must both amount to more than the mereological sum of her mental or neural states and events, and have an irreducible causal power over, at least, some of them. Hence, agent-causalism is the best position for any realist about action to assume. I will contend that, contrary to what many have claimed, agent-causalism is (...)
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  29.  13
    Il criterio del “danno” nella definizione di disturbo mentale del DSM. Alcune riflessioni epistemologiche.Maria Cristina Amoretti & Elisabetta Lalumera - 2018 - Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia 9 (2):139-150.
    Riassunto: In questo contributo analizzeremo il criterio del danno, presente nella definizione generale di disturbo mentale del DSM. La questione ha rilevanza sia da un punto di vista filosofico, perché il danno è una componente normativa e valoriale, non oggettiva, sia da un punto di vista clinico, perché chi ha difeso il criterio del danno ha spesso sostenuto che in sua assenza avremmo troppi falsi positivi. Infine, ha importanza dal punto di vista socio-sanitario in relazione al rapporto tra la psichiatria (...)
    Direct download (3 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark   1 citation  
  30.  21
    Per una teoria politica dell’impresa cooperativa.Stefano Zan - 2014 - Scienza and Politica. Per Una Storia Delle Dottrine 26 (50).
    Il saggio propone una traccia di ricerca per l’elaborazione di una teoria politica della cooperazione, ovvero per la considerazione del fenomeno cooperativo come caratterizzato da una peculiare modalità di azione collettiva, non ricompresa nella celebre distinzione hirschmaniana tra Exit, Voice e Loyalty. Chi partecipa all’impresa cooperativa non crede nelle possibilità di successo sia dell’opzione voice che di quella exit, ma pratica una forma diversa di azione che si basa sulla fiducia in se stessi e nei soci che hanno interessi comuni. (...)
    No categories
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  31.  56
    I Marchi Di Origine E I Miraggi Del Nominalismo Legislativo.Andrea Borghini - 2008 - Rescogitans 2008.
    È una credenza diffusa che i marchi di origine (DOCG, DOC, DOP, IGT, IGP e PAT, rispettivamente: di origine controllata e garantita; di origine controllata; di origine protetta; indicazione geografica tipica; indicazione geografica protetta; prodotti agroalimentari tradizionali) siano di grande utilità sia per i consumatori che per i produttori: certificando l’origine e il metodo di produzione di un prodotto, essi ne garantiscono una certa qualità di fronte al consumatore. Ma è proprio così? Che cosa giustifica l’introduzione di un marchio di (...)
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  32.  10
    A Thirteenth Century Composite Account of Muhammad’s Visit to Paradise.Frederick S. Colby - 2013 - Doctor Virtualis 12.
    Il contributo sostiene che una versione lunga e composita del Viaggio notturno del profeta e della sua ascensione, attribuita a Ibn ‘Abbas attraverso una figura più tarda conosciuta come al-Bakri, è diventata molto popolare e largamente diffusa nel tredicesimo secolo. Qui si propone una traduzione del viaggio celeste di Muhammad a partire da un importante manoscritto inedito di Istanbul copiato nella penisola araba verso la fine del tredicesimo secolo. Questa traduzione si propone come strumento per gli studiosi interessati alla tradizione (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  33. Le seconde generazioni di stranieri in Italia.Luca Corchia - 2015 - In Mario Aldo Toscano & Antonella Cirillo (eds.), Xenia. Nuove sfide per l'integrazione sociale. Milano: FrancoAngeli. pp. 161-174.
    1. Introduzione; 2. Definizioni: chi sono gli immigrati di seconda generazione?; 3. Precauzioni: declinare il concetto di seconda generazione al plurale?; 4. Specificità: in che cosa sono diverse dalle prime generazioni?; 4.1. Il differenziale linguistico; 4.2. L’acculturazione tra comunità di origine e di accoglienza; 4.3. La disposizione verso la partecipazione alla vita pubblica; 4.4. Prospettive di autorealizzazione e conflitto intergenerazionale; 4.5. La socializzazione illusoria e il rischio di downward assimilation; Riferimenti bibliografici.
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  34. Definición, Metáfora y Asápheia En Los "Tópicos".Héctor Zagal Arreguín - 2002 - Anuario Filosófico 35 (73):409-434.
    The aim of chis paper s to attend che Aristotelian theory of definition in Topics book VI. The author analyses che property "asápheia" as a defect of a good definition.
    No categories
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  35. Los Predicables de Los "Tópicos" y Los Predicables de la "Isagoge".Marc Balmès - 2002 - Anuario Filosófico 35 (72):129-164.
    Aristotle, as well, places che species in che position of predícate, but he does so in Metaphysics Z4, in a search that, beyond the seizing of che quiddity, attains in Z 17 the substance as cause through the form of its model of being: in itself, separate and one. Failing to recognise chis approach, che substitution by Porphyre of the species and the difference for the definition, reinforce this misreading for centuries, thus impedíng the passage, wíth Met. H, from what (...)
    No categories
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  36.  7
    Un sermonario illustrato nella Basilea del Narrenschiff: Il Quadragesimale novum de filio prodigo (1495) di Johann Meder.Pietro Delcorno - 2010 - Franciscan Studies 68:215-257.
    In lieu of an abstract, here is a brief excerpt of the content:Prima parte – Descrizione del sermonarioNel 1494 Johann Meder, francescano osservante, affronta il compito di predicare la Quaresima a Basilea. Davanti all'interrogativo su come conquistare l'attenzione degli ascoltatori, vincendone la distrazione senza diventare un "adulterator verbi Dei," concepisce un ciclo profondamente innovativo, dato alle stampe l'anno successivo. Nella stessa città un altro ciclo di predicazione sui generis vede la luce in concomitanza alle prediche di Meder: in quei giorni (...)
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  37. Le basi neurofisiologiche dell'intersoggettivitÀ.Vittorio Gallese - 2010 - Società Degli Individui 37:48-53.
    Il saggio offre una ricostruzione sintetica delle piů recenti acquisizioni delle neuroscienze cognitive con l'intento di sollecitare lo sviluppo di un approccio multidisciplinare e aperto a uno dei problemi filosofici per eccellenza: chi siamo? La scoperta della base neurale condivisa - i neuroni specchio - che si attiva in ciascuno di noi sia quando siamo attori sia quando siamo testimoni di esperienze analoghe, e del fatto che la sua attivazione non č mai identica ma modulata sulla unicitÀ di ogni essere (...)
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  38. Theodor W. Adorno e la crisi dell'individuo.Stefano Petrucciani - 2010 - Società Degli Individui 39:99-107.
    La questione della decadenza dell'individuo, o addirittura della sua liquidazione nella societÀ di massa, č un teai centrale della teoria critica della societÀ di Adorno e Horkheimer, sviluppato non solo nella, ma anche in molti testi di Adorno e negli importanti scritti pubblicati ora in italiano. Il problema che emerge da tali testi č: mentre la teoria adorniana insiste fortemente sul tema della decadenza dell'individuo, la teoria sociale contemporanea sembra invece a prima vista andare in una direzione opposta. Oggi molti (...)
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  39. Un pensiero di troppo.Marco Santambrogio - 2010 - la Società Degli Individui 38.
    Esseri umani, paesi, paesaggi, sono alcuni dei maggiori oggetti del nostro amore. Lo stesso si può dire di certi ideali, per esempio dell’ideale di giu­stizia. Harry Frankfurt ha dedicato par­te della sua riflessione alla feno­me­no­logia dell’amore, ma dice relativamente poco riguardo al­la possibilità che sorgano conflitti tra i nostri oggetti d’amore – specialmente quando è in gio­­co la giustizia. Questo saggio prende spunto, ancora una volta, dal caso del­l’uomo su una bar­ca troppo piccola per trasportare tre persone, che si tro­va (...)
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  40. Le basi neurofisiologiche dell’intersoggettività [Neural Basis of Inter­su­bjectivity].Vittorio Gallese - 2010 - la Società Degli Individui 37.
    Il saggio offre una ricostruzione sintetica delle più recenti acquisizioni del­le neuroscienze cognitive con l’intento di sollecitare lo sviluppo di un ap­proc­cio multidisciplinare e aperto a uno dei problemi filosofici per ec­cel­lenza: chi siamo? La scoperta della base neurale condivisa – i neuroni spec­chio – che si attiva in ciascuno di noi sia quando siamo attori sia quando sia­mo testimoni di esperienze analoghe, e del fatto che la sua attivazione non è mai identica ma mo­du­lata sulla unicità di ogni essere (...)
    No categories
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  41.  6
    The Habit of Massively Multiplayer Online Role-Playing Games (MMORPGs): A Phenomenological Analysis of Bodily Self-Perception in Gaming Addiction.Marsia Santa Barbera & Willem Ferdinand Geradus Haselager - 2020 - Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia 11 (2):190-210.
    : We investigate the role played by bodily self-perception and social self-presentation in addiction to massively multiplayer online role-playing games. In this paper we will develop the hypothesis that, at least in some cases, the habit of role-playing can be interpreted as a response to gamers’ need to explore a different bodily self-identity. Players tend to become deeply involved in this kind of game, especially in the character identity creation process. Participants might see and seek reflections of their desired selves (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  42.  10
    La religione come tecnica difensiva dell'identità soggettiva.Sergio Fabio Berardini & Massimo Marraffa - 2016 - Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia 7 (3):365-377.
    Riassunto: In una prospettiva naturalistica, lo studio della religione presenta subito un punto problematico: se essa è così diffusa, tanto da apparire un tratto inscritto nella natura umana, ciò significa che la religione comporta dei vantaggi adattivi o, quantomeno, significa che essa non comporta svantaggi tali da ostacolare la sopravvivenza di chi la pratica. Nel primo caso, si tratta di individuare la possibile funzione della religione, ovvero una qualche utilità che ne giustificherebbe il suo permanere nella storia umana. Alla luce (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  43.  32
    Qu’est-ce que ça fait de voir comme un être Humain?Etienne Bimbenet - 2012 - Chiasmi International 14:245-256.
    What is it Like to See as a Human Being ?We will ask here “what is it like to see as a human being?” Such a question is difficult, for taking a step back from perception and considering that it might not be what it is, this question goes against what is commonly called the “natural attitude”. Merleau-Ponty orchestrates this relativization of human seeing and itsspontaneous realism in two different ways. First, there is what might be called the “way of (...)
    No categories
    Direct download (5 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  44.  5
    Qu’est-ce que ça fait de voir comme un être Humain?Etienne Bimbenet - 2012 - Chiasmi International 14:245-256.
    What is it Like to See as a Human Being?We will ask here “what is it like to see as a human being?” Such a question is difficult, for taking a step back from perception and considering that it might not be what it is, this question goes against what is commonly called the “natural attitude”. Merleau-Ponty orchestrates this relativization of human seeing and itsspontaneous realism in two different ways. First, there is what might be called the “way of finitude.” (...)
    Direct download (3 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  45.  3
    Per una logica dell'evento.Maria Regina Brioschi - 2020 - Nóema 11:32-45.
    Il linguaggio rappresenta uno degli aspetti più caratterizzanti di Processo e realtà e al contempo uno degli scogli più ardui per chi si accinge alla lettura. Per comprendere le ragioni di questa scelta, il presente articolo ripercorre le riflessioni di Whitehead sul linguaggio, sia ordinario che filosofico, per poi approdare ad un’analisi critica del linguaggio di Processo e realtà, tesa a mostrare il nesso profondo che sussiste tra la filosofia dell’evento e le decisioni che l’autore prende a livello lessicale e (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  46.  28
    La Coscienza.Simone Gozzano - 2009 - Carocci.
    Quale sia la natura della coscienza è uno dei problemi più analizzati e discussi sia nella ricerca filosofica sia in quella scientifica. Ogni mese nel mondo vengono pubblicati diversi libri dedicati a questo argomento, e decine di riviste specialistiche ospitano articoli e saggi volti a chiarirne le varie componenti; sotto una tale pressione sono nate alcune riviste scientifiche dedicate esclusivamente all'argomento. A questo fiorire di ricerche corrisponde una quantità altrettanto elevata di approcci. Una rivista come il Journal of consciousness studies, (...)
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  47.  4
    Interrogarsi sull'umano. Questione antropologica e scommessa su una possibile ritessitura dei saperi.Giovanni Grandi - 2013 - Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia 4 (3):390-395.
    Il saggio recensisce i primi quattro volumi dell’Annuario di studi filosofici “Anthropologica” – La differenza umana. Riduzionismo e antiumanesimo ; La struttura dei legami ; La vita in questione. Potenziamento o compimento dell'essere umano? ;Chi dice io? Riflessioni sull’identità personale – illustrando il programma di ricerca sviluppato dal gruppo interdisciplinare di studio promosso dal Centro Studi Jacques Maritain. Attraverso il ricorso all’impianto filosofico dell’antichità classica e cristiana, unitamente agli sviluppi contemporanei della tradizione personalista, gli autori affrontano numerose questioni dell’attuale dibattito (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  48. I nostri vicini, noi stessi. Riflessioni contemporanee sulla sopravvivenza.Homi K. Bhabha - 2012 - Società Degli Individui 44:99-118.
    Il saggio evoca lo spirito di Hegel, nel tentativo di comprendere le problematiche contemporanee legate alla testimonianza etica, alla memoria storica, ai diritti e alle rappresentazioni delle minoranze all'interno della sfera culturale. Chi č oggi il nostro vicino? Cosa significa ospitalitÀ di questi tempi? Perché il riconoscimento degli altri diviene spesso un incontro straziante con l'alteritÀ del sé? L'articolo esemplifica come il ‘Terzo Spazio' - uno dei concetti chiave del postcolonialismo - puň aiutarci a costruire una nuova concezione di ospitalitÀ (...)
    No categories
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  49.  2
    L'ordine cristiano dei laici.Claudio Fiocchi - 2009 - Doctor Virtualis 9:45-65.
    Quando si usa il termine laico, occorre sempre rispondere ad alcune domande implicite: laico rispetto a chi? Quando? Un percorso tra le varie classificazioni che si possono trovare nei testi medievali. Nella convinzione che la struttura stessa della classificazione sia importante, l'articolo procede sulla base di un criterio quantitativo, facendo riferimento al numero di classi o generi identificati, a partire dalla divisione più semplice. Una passaggio dal semplice al complesso alla luce della centralità del binomio concettuale di unità-differenza.When we use (...)
    No categories
    Direct download  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
  50.  71
    Il principio di inclusione nei nuovi processi deliberativi. Il caso della legge n. 69/2007 della Regione Toscana.Luca Corchia - 2011 - Rivista Trimestrale di Scienza Dell’Amministrazione 55 (4):79-100.
    Il concetto di “inclusione” fa riferimento alla domanda “chi partecipa?”, ovvero alla questione cruciale di come vengono determinati in astratto e selezionati concretamente i soggetti della società civile a cui viene demandata la deliberazione su taluni aspetti dei processi decisionali delle amministrazioni pubbliche. L’Autore affronta i principali aspetti teorici e metodologici, confrontando le risposte della letteratura critica con le norme della legge n. 69/2007 della Regione Toscana sulla promozione della partecipazione alla elaborazione delle politiche regionali e locali. Dalla disamina emerge (...)
    Direct download (2 more)  
    Translate
     
     
    Export citation  
     
    Bookmark  
1 — 50 / 1000